Fiumicino, la Guardia Costiera sequestra un deposito di rifiuti



Prosegue la diuturna attività di controllo volta a reprimere violazioni in materia ambientale da parte della Capitaneria di Porto di Roma, al Comando del Capitano di Vascello Antonio D’AMORE e sotto il costante coordinamento della Direzione Marittima del Lazio.

Le indagini

A seguito di una accurata attività di indagine e di un sopralluogo congiunto con il personale della Polizia Locale – Città Metropolitana di Roma Capitale e al personale della Questura di Roma – Squadra Nautica Fiumicino, il Nucleo Operativo Polizia Ambientale della Guardia Costiera di Roma ha posto sotto sequestro un area golenale di circa 70 metri quadrati, occupata abusivamente da un rimessaggio nautico in assenza dei titoli concessori e delle autorizzazioni per l’emissione di gas in atmosfera.

Il deposito di rifiuti

All’interno dell’area i militari hanno rinvenuto, altresì, un deposito temporaneo di rifiuti
speciali del volume di circa 12 metri cubi, derivanti dalle lavorazioni del rimessaggio
nautico. L’amministratore unico della società è stato deferito presso l’Autorità Giudiziaria
di Civitavecchia e sono in corso ulteriori accertamenti per l’individuazione di ulteriori,
eventuali illeciti in materia ambientale.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.