Mussolini: “Parco Centocelle: sindaca non ha mai dato seguito a proprie ordinanze”



Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia e Vice Presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale si esprime riguardo il Parco di Centocelle.

La Raggi si fa bella firmando ordinanze e promettendo legalità, ma quando poi si tratta di attuare i provvedimenti preferisce prendere tempo piuttosto che affrontare a testa bassa le situazioni più scottanti.

L’ennesima riprova è arrivata ieri pomeriggio nel corso della commissione congiunta Ambiente-Cultura sul Parco di Centocelle. Nonostante due provvedimenti, ormai datati, impongano un immediato intervento di rimozione e bonifica dei rifiuti presenti e l’interdizione all’area del canalone Mussolini, riconoscendone la pericolosità, nulla è stato fatto per la sua messa in sicurezza. Così oggi questo polmone verde continua a presentare una tossicità pari a quella di un’area industriale, come confermato da dossier e analisi chimiche.

E’ una vergogna: per questi 120 ettari nel quadrante est di Roma non si è pensato neanche allo sfalcio dell’erba o alla sistemazione delle poche panchine presenti. Per non parlare del fatto che il parco resta inquinato da rifiuti pericolosi interrati e circondato da decine di autodemolitori che, nonostante un allontanamento disposto da anni, continuano a occupare, proroga dopo proroga, un’area vincolata per la presenza di resti archeologici di epoca romana e destinata a verde pubblico.

L’incapacità con la quale i cinque stelle governano continua a fare i suoi danni e a pagarli è sempre la cittadinanza.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.