Bene per il Codacons la maximulta da 5 milioni a Volkswagen



Bene per il Codacons la decisione del Tar del Lazio che ha confermato la maximulta da 5 milioni di euro inflitta dall’Antitrust a Volkswagen per l’alterazione delle emissioni delle auto. Tuttavia – afferma l’associazione – si tratta di una sanzione irrisoria per lontana dalle pesanti punizioni inflitte alla casa automobilistica da paesi come Stati Uniti e Germania.
“5 milioni di euro di multa non sono nulla rispetto alle maxi-sanzioni comminate all’estero nei confronti di Volkswagen, e che ammonterebbero ad un totale di circa 8,5 miliardi di euro, tra sanzioni pagate e quelle da versare tra il 2019 e il 2020 – spiega il presidente Carlo Rienzi – Il Governo italiano è rimasto immobile dinanzi allo scandalo “Dieselgate” che ha coinvolto migliaia di automobilisti e prodotto danni all’ambiente, e l’Italia è tra i pochi paesi a non aver adottato punizioni nei confronti della società”.
“Solo grazie alla battaglia avviata dal Codacons a tutela dei possessori di auto coinvolte nello scandalo, si è arrivati al procedimento penale aperto dal Tribunale di Verona, inchiesta tuttora aperta e che potrebbe aprire la strada ai risarcimenti in favore degli automobilisti, che sono già parte civile attraverso il Codacons” – conclude Rienzi.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 23879 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.