La premiazione del progetto Scugnizzi a vela



La cerimonia di premiazione del progetto Scugnizzi a vela ha avuto luogo questa mattina nella base navale Acton della Marina Militare. Promossa dall’associazione Life Onlus l’iniziativa coinvolge alcuni giovani a rischio di devianza ed emarginazione dell’area penale campana. Nel cantiere-scuola alloggiato nell’antica falegnameria borbonica i ragazzi imparano il restauro e la manutenzione delle imbarcazioni di legno. Apprendisti e volontari sono stati premiati dall’ammiraglio Eduardo Serra, dal sindaco Luigi de Magistris, dal capo-dipartimento della giustizia minorile Gemma Tuccillo e dal senatore Vincenzo Presutto.
Il percorso educativo prevede anche imbarchi sulla nave-scuola Matteo, un bialbero in legno di 15 metri. L’iniziativa ricorda quella del 1914, quando il ministro della Marina fece dono alla città di Napoli della nave-asilo Caracciolo dove furono accolti centinaia di giovani napoletani in difficoltà che, sotto la guida di Giulia Civita Franceschi, si formarono ai mestieri del mare.

Nel cantiere della Marina militare i ragazzi “a rischio” imparano un mestiere.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 14225 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.