Divieto di balneazione tra Torvaianica e Ardea: indaga l’Arpa

Divieto di balneazione tra Torvaianica e Ardea: indaga l'Arpa



L’allarme è scattato ieri mattina da parte di moltissimi bagnanti che si sono rivolti alla Capitaneria di Porto e all’Arpa segnalando le pessime condizione del mare diventato di un colore marrone. Segnalazioni che hanno fatto scattare i controlli con il comune di Pomezia che in una nota rilasciata ieri ha confermato il divieto di balneazione.

Il sindaco di Pomezia insieme a quello di Ardea sono stati costretto a questa misura estrema anche per verificare che tipo di liquami sono finiti in mare e per fare in modo che si possano effettuare le giuste verifiche ed analisi.

Allarme lanciato venerdì scorso

Da venerdì che l’allarme è stato lanciato dopo che diversi pesci morti erano stati visti in mare oltre che a cattivo odore proveniente dalla foce del Fosso della Moletta ad Ardea, allarme lanciato dall’associazione Creature del mare.
Un allarme che ha costretto i comuni di Ardea e di Pomezia ad emanare un divieto di balneazione sul tratto di spiaggia che va dal fosso di Rio Torto al canale di Campo Ascolano per quanto riguarda il comune di Pomezia e per tutta la costa per quanto riguarda Ardea.

Attualmente i due comuni stanno attendendo le analisi che effettuerà l’Arpa per identificare il problema e capire come risolvere.
La cosa certa è che il depuratore non ha mai smesso di funzionare e non sono stati riscontrati malfunzionamenti di nessun tipo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.