Cirinnà, PD: “Conti, non potrà fare cose legandosi a xenofobi, razzisti e populisti”

monica cirinnà



Monica Cirinnà è intervenuta stamattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.

La sentrice dem Monica Cirinnà ha parlato del Governo che sta nascendo

Nasce un Governo di sinistra? Mi viene da ridere, mi verrebbe da dire magari, ma non è assolutamente così. Basti pensare che la Le Pen è contenta e gioisce perché i suoi alleati sono finalmente al potere. Se Conte fosse davvero di sinistra, scapperebbe lontano. Dice che il suo cuore batte a sinistra? Anche avesse lontanamente qualche idea di sinistra, legarsi con xenofobi, razzisti e populisti non lo porterà certamente a fare provvedimenti di sinistra. In realtà lui è andato verso ciò che attrae molti, il potere.

Sul contratto stilato da Salvini e Di Maio

E’ un accordo di potere, ognuno ha cercato di tirare dalla propria parte il bilancino. E’ chiaro a tutti ed è evidente, se i nomi che girano per la lista dei Ministri sono questi, che anche lì ci sarà una tensione interna fortissima. Se Salvini sarà agli interni e Di Maio andrà al lavoro, è evidente che il contratto sarà un lenzuolo troppo corto destinato a lasciar scoperto qualcosa.

Sul voto in Val D’Aosta

Lo commento molto male. Se il Pd continua ad avere questa linea nazionale per cui comunque gli italiani ce l’hanno fatta e si può guardare agli inclusi e non agli esclusi è evidente che noi non andremo lontano. Lega e M5S hanno vinto su due parole, rabbia e insicurezza. Questa rabbia e questa insicurezza vanno ascoltate e vanno chiarite con risposte, stavolta sì, di sinistra. Attenzione, comunque, a leggere un dato nazionale su questioni molto territoriali.

Ancora sul PD

Ho registrato con grande interesse le parole del reggente Martina, che ha detto che abbiamo perso e perso male. Questo significa mettere in discussione l’intera classe dirigente del Partito, me per prima. Dobbiamo partire dalla lotta alle disuguaglianze. Se continuiamo a parlare agli amici de Parioli, agli amici del centro storico, o ai dirigenti delle grandi aziende, senza renderci conto che perdiamo nelle periferie, siamo destinati ad assottigliarci sempre di più.

AUDIO http://www.tag24.it/podcast/monica-cirinna-giuseppe-conte-e-la-sinistra/

Fonte: Radio Cusano Campus

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar
Informazioni su Samantha Lombardi 6158 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.