Tor Bella Monaca, sgomberata e assegnata casa popolare

polizia locale polizia municipale



L’Unità di Supporto della Polizia Locale alle Politiche Abitative, in collaborazione
con gli uomini del Commissariato ‘Casilino Nuovo’ della Polizia di Stato, ha
riacquisito un alloggio popolare di Roma Capitale a viale dell’Archeologia, in zona
Tor Bella Monaca, che era stato nuovamente occupato dopo lo sgombero dello
scorso luglio. L’appartamento è stato contestualmente consegnato a un
assegnatario legittimamente in graduatoria.

Nonostante i sigilli apposti dagli agenti la scorsa estate, l’appartamento era stato
pochi giorni dopo occupato da alcune persone appartenenti a un movimento
politico, che avevano poi ‘riconsegnato’ l’appartamento agli stessi occupanti
abusivi, una coppia con un figlio trentenne. Costoro, in quanto responsabili del
reato di violazione di sigilli, verranno denunciati all’Autorità Giudiziaria.

Durante le fasi di sgombero, una donna inquilina del piano sottostante
all’appartamento sgomberato ha tentato, per motivi da appurare, di scagliarsi
alle spalle degli agenti della Polizia Locale presenti sul pianerottolo brandendo
un’accetta. La donna è stata immediatamente resa inoffensiva e portata presso
il Commissariato di Polizia per accertamenti.

 Le parole della sindaca di Roma Virginia Raggi

Dall’8 gennaio abbiamo già assegnato 20 nuovi alloggi popolari, il meccanismo è ripartito. Le azioni per il ripristino della legalità che si stanno susseguendo, giorno dopo giorno, sono il segno tangibile che la musica è cambiata. Con questa Amministrazione la legalità e i diritti dei cittadini tornano al primo posto.
Restituiamo giustizia alle famiglie oneste che attendono in graduatoria da troppo tempo per gli appartamenti dell’Edilizia Residenziale Pubblica, che devono andare unicamente a chi ha diritto e bisogno. Mi congratulo con gli agenti per la riuscita dell’operazione.

Le dichiarazioni dell’assessora al Patrimonio e alle Politiche Abitative Rosalba Castiglione

Sconcerta la dinamica dell’accaduto, anche per la grave violazione dei sigilli apposti sull’appartamento. Un’azione che assume, se possibile, tratti ancor più gravi quando compiuta da persone appartenenti a un movimento politico.
Esprimo vicinanza agli agenti che hanno subito il tentativo di aggressione con un’accetta, un’azione che forse può trovare posto nella scena di un film horror ma di certo non qui. Ringrazio gli uomini e le donne dell’Unità di Supporto della Polizia Locale alle Politiche Abitative e del Commissariato ‘Casilino Nuovo’ della Polizia  di Stato, che stanno conducendo un’azione continua e costante di verifiche e operazioni per riportare la legalità nelle case del Comune e difendere i diritti dei cittadini.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Samantha Lombardi 6367 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.