Piazza Vittorio, reagisce alla rapina ma viene malmenato con un ombrello

Piazza Vittorio



Ha tentato una reazione quando due malviventi lo hanno spintonato e rapinato
dello smartphone ma è stato colpito violentemente alla testa e al volto con un
ombrello. Il fatto è accaduto nella centralissima Piazza Vittorio.

In suo soccorso sono intervenuti i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante
che hanno arrestato i due rapinatori. Si tratta di due cittadini algerini, di 40 e 41
anni, già noti alle forze dell’ordine, che ieri pomeriggio hanno “puntato” la loro
vittima, un 39enne del Bangladesh, intenta in una telefonata in via Carlo Albero
a pochi passi da piazza Vittorio Emanuele II. Avvicinato alle spalle, lo hanno
spintonato per poi sfilargli dalle mani uno smartphone di ultima generazione e,
quando l’uomo ha accennato ad una reazione è stato aggredito e preso
letteralmente ad “ombrellate”.

L’intervento dei Carabinieri in Piazza Vittorio

Transitando in quel momento sulla via, i Carabinieri hanno assistito alle fasi
concitate dell’aggressione e sono intervenuti bloccando i malviventi e
soccorrendo la vittima, poi medicata all’ospedale San Giovanni Addolorata per
diverse escoriazioni.

Recuperata e riconsegnata la refurtiva, i Carabinieri hanno portato in caserma
gli arrestati, che sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza; sono accusati di
rapina aggravata in concorso.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar
Informazioni su Samantha Lombardi 6120 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.