Lavoro – Flamini/Prc: “I lavoratori Almaviva hanno bocciato l’accordo, ora serve unire le lotte del settore telecomunicazioni”



“I lavoratori Almaviva hanno bocciato l’accordo, ora serve unire le lotte del settore telecomunicazioni”
«I lavoratori di Almaviva del sito di Milano hanno detto no all’accordo e lo hanno detto partecipando in massa al referendum. Si tratta di un risultato importante  – dichiara Enrico Flamini, Responsabile Lavoro di Rifondazione Comunista -, soprattutto dopo le vicende che hanno interessato i colleghi romani che lo stesso no lo hanno detto chiaramente a dicembre. E’ noto che siamo di fronte ad un modello in cui si vorrebbe scaricare sulle lavoratrici e sui lavoratori la concorrenza sfrenata dovuta a venti anni di privatizzazioni selvagge, di precarietà e di ricattabilità occupazionale. Un no contro chi vorrebbe anche nel settore dei call center massimizzare il profitto riducendo i diritti e aumentare i controlli individuali. Ora serve unire le lotte per creare un fronte politico e sindacale capace di ridare valore e dignità al lavoro. Questa è la lezione che arriva alle forze politiche della sinistra: le lavoratrici e i lavoratori pretendono risposte concrete».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...
Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 15765 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.