11 dicembre 2016

Aragon, MotoGp: la conferenza stampa con i protagonisti

Inizia il GP di Aragona e al MotorLand va in scena la conferenza stampa che apre ufficialmente la quattordicesima prova del Campionato del Mondo MotoGP™ 2016. Un circuito dal grande fascino quello di Alcañiz, di recente costruzione ma circondato da un alone mitico e immerso in un territorio dove è forte la passione per il motociclismo.

All’incontro con i media mondiali si presentano Marc Marquez, l’attuale leader iridato di Repsol Honda, Valentino Rossi, secondo in classifica generale e portacolori Movistar Yamaha con il rivale di scuderia Jorge Lorenzo che occupa il terzo posto iridato. Poi Dani Pedrosa, recente vincitore del GP di San Marino, Alex Rins (Paginas Amarillas HP 40) protagonista della classe intermedia e secondo in classifica generale e, in fine Brad Binder, del team Red Bull KTM Ajo e leader iridato in Moto3™. Il pilota sudafricano nell’appuntamento domenica può chiudere i conti e vincere il campionato con quattro gare di anticipo

Marquez guida sempre di più la classifica della classe regina con 223 punti e ha chiuso il GP sulla Riviera di Rimini al quarto posto. “La scorsa gara per diverse motivi ho avuto un passo più lento dei piloti sul podio, ma non ho perso molti punti”. Dice il numero 93 che nel 2015 al MotorLand cadde e non finì la sua gara.  “Quella di Aragon è una delle mie piste preferite, le Yamaha vanno forte ma sono soddisfatto della mia situazione in classifica. Anche se a volte non è possibile raggiungere il podio guardo sempre al campionato, sono stato felice di quanto fatto a Misano ma qui punto alle prime tre posizioni”. Prosegue, “Questa pista mi piace ma il clima e il mutare delle condizioni dell’asfalto in aggiunta alle novità stagionali come l’elettronica e le gomme Michelin saranno delle variabili importanti”. Termina, “Siamo pronti al finale d’annata. Il mio target è il titolo, la gente ricorda solo quelli non le vittorie; e mi impegnerò a fondo per raggiungerlo”.

La gente ricorda i titoli, non le vittorie in gara Marc Marquez

In classifica iridata dietro al talento di Cervera c’è Valentino. Il numero 46 Movistar Yamaha è a 43 punti. La distanza non è poca ma una grande prova del Dottore al MotorLand potrebbe tener aperta la corsa mondiale. Nel 2015 sulla pista di Alcañiz Rossi arrivò terzo nonostante la sua moto soffra un poco la pista; come spiegato da Rossi stesso, la M1 fatica particolarmente nelle accelerazioni dopo la bassa velocità in uscita di curva. “La parte della stagione non è male”. Dice il nove volte iridato, “Ma dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione. So che questo fine settimana sarà dura, questo tracciato non è uno dei miei preferiti ma ci proveremo”. Termina con un paragone tra il 2015 e il 2016. “Nella scorsa stagione hanno vinto quasi sempre gli stessi nomi; in questa no, otto piloti diversi sono saliti sul gradino più alto del podio e di sicuro ne ha beneficiato lo spettacolo. I piloti spagnoli qui sono veramente molto forti, sarà dura. Ripartiamo dal podio dell’anno scorso”.

I due avversari nelle prime due posizioni in classifica hanno esposto le loro tattiche per imporsi in campionato, vincere o arrivare con costanza sul podio senza sbagliare?

Lorenzo nell’ultima gara è sembrato in ripresa, il periodo buio fatto di risultati lontani dalla prime posizioni sembra definitivamente alle spalle e in Romagna il campione del mondo in carica è arrivato sul podio. L’anno scorso fu il dominatore del GP d’Aragona e una suo buon risultato domenica potrebbe metterlo alla caccia del secondo posto occupato dal rivale di scuderia Valentino Rossi. “Sono stato un po’ deluso da Misano, pensavo di essere più competitivo dopo le prove ma va bene ugualmente”. Afferma il maiorchino. “L’anno scorso qui ho vinto; anche se normalmente non è una pista adatta a noi me nelle ultime stagioni sono stato il più forte. Il tracciato è impegnativo, fatto di curve veloci e forti staccate, sarà complicato affrontare bene la gara”.

Dani Pedrosa invece è stato il recente protagonista al GP di San Marino, per il numero 26 Repsol Honda una gara perfetta e finita sul gradino più alto del podio. Ora è quarto in classifica generale ma vicino alle prime due posizioni. Aragon è una pista dove potrà fare ancora bene e la scorsa stagione conquistò la piazza d’onore dopo una prova nelle posizioni di vertice. “La vittoria ti fa provare grandi sensazioni”. Descrive il suo primo posto a Misano. “Il MotorLand mi piace e cercheremo di fare un buon risultato, siamo molto concentrati. Lavoreremo sulle parti dove non siamo al cento per cento e proveremo a migliorarle”.

Il Moto2™ la lotta per il primato in classifica generale a cinque gare dalla fine è a dir poco emozionate. Il campione del mondo in carica e primo iridato, Johann Zarco ha subito il ritorno di Alex Rins. Il transalpino del team Ajo Motorsport nell’ultimo GP è arrivato quarto mentre il pilota Paginas Amarillas HP 40 ha chiuso la gara adriatica al secondo posto. Lo scarto tra i due è ora di soli tre punti e ad Aragon la partita è aperta, così come la sfida iridata quando alla fine manca un quarto di campionato. “Una bella posizione essere a meno tre punti da Zarco. A Misano ho dato il massimo per arrivare a questo risultato”. Il pilota barcellonese recentemente vittima di un infortunio alla clavicola termina, “Non sono ancora al top della forma fisica ma questa è la mia gara di casa e darò tutto, è stato importante guadagnare punti in poche gare”.

Sembrerebbe chiusa invece la sfida nella quarto di litro. Brad Binder guida la classifica della Moto3™ con 229 punti, 106 in più del suo rivale diretto Enea Bastianini, Gresini Racing. Il pilota Red Bull KTM Ajo ad Aragon potrebbe sollevare al cielo il titolo mondiale e le possibili combinazioni di risultati favorevoli a questa sua vittoria sono molte. Con quattro gare quattro gare di anticipo la classe leggera potrebbe già avere trovato il suo re per questa stagione. Alla domanda su cosa cambierà della sua strategia Binder risponde che l’approccio sarà lo stesso, pronto a puntare al massimo giù da venerdì. “È la posizione che volevo, è dove volevo essere”. Afferma il pilota Red Bull KTM Ajo, “Sarà una ottima possibilità questa per chiudere il campionato. Sono delle sensazioni strane e continueremo a lottare per la vittoria in ogni fine settima”.

Nicky Hayden torna nella classe regina come sostituto di Jack Miller, fuori per infortunio. La Leggenda del MotoGP™ e campione del mondo nel 2006 nella massima cilindrata da venerdì vestirà quindi i colori Estrella Galicia 0,0. Tutti i piloti si sono detti entusiasti da questo ritorno, seppur temporaneo, che innalza il livello di titoli iridati nella classe regina. Inoltre i protagonisti della conferenza stampa hanno parlato dei molteplici vincitori della stagione, otto fino ad ora, e per tutti il nono nome potrebbe essere Andrea Dovizioso del Ducati Team.

Dopo la conferenza stampa arriva l’annuncio del rinnovo per altri cinque anni dell’appuntamento del MotoGP™. Dorna e il MotorLand hanno esteso fino al 2021 l’organizzazione del GP d’Aragona.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.