3 dicembre 2016

Casilino – Cocaina tra sigari e caramelle, arrestati due fratelli baristi

 

Nascondevano la cocaina vicino al registratore di cassa del bar che gestivano insieme. Così due fratelli pusher sono stati sorpresi dalla Polizia di Stato al Casilino.

Ieri pomeriggio gli uomini del commissariato di zona, diretto dal dr. Luigi Mangino, sono entrati nel bar e hanno trovato solo uno dei fratelli, il quale, evidentemente sorpreso dalla loro presenza, ha dato immediati segni di nervosismo.

I poliziotti, con l’aiuto dei colleghi cinofili, hanno individuato in poco tempo il nascondiglio della droga; tra i pacchetti di gomme e caramelle, esposti accanto al registratore di cassa, nonché all’interno di un cilindro portasigari, sono state infatti trovate 16 dosi di cocaina, mentre altre 2 le aveva in tasca proprio il gestore presente in quel momento.

Durante il controllo anche l’altro fratello è arrivato nei pressi del bar ma vista la situazione, ha cercato di allontanarsi, per poi tornare sui suoi passi poco dopo, ormai braccato dalla polizia.
La perquisizione è stata estesa anche alle abitazioni dei due.

In casa di P.L., il maggiore, di 39 anni, gli agenti hanno trovato altra cocaina nascosta nel controsoffitto, oltre ad un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento; in un comodino vi era inoltre  una cassetta con circa 600 euro in contanti,  mentre altre 300 euro  erano nella tasca di una giacca.

Nell’abitazione del fratello minore, P.A. di 31 anni, e della sua convivente, G.S., gli investigatori hanno  ritrovato una pistola calibro 22, con relativo munizionamento, provento di un furto avvenuto a Pescara lo scorso anno.

I due fratelli sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, mentre il più giovane insieme alla sua fidanzata, anch’essa arrestata, sono accusati di detenzione illegale di arma e ricettazione.

About Emanuele Bompadre 8218 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.