9 dicembre 2016

Per il 30ennale di Sala Assoli Il video LA TARANTINA

Martedì 24 novembre (ore 20:30) in occasione del 30ennale di Sala Assoli in anteprima assoluta il drammaturgo e regista Fortunato Calvino presenterà due suoi nuovi lavori dedicati al tema dei “femminiélli”. Verrà proiettato il film documento La tarantina e debutterà la mise en space Pelle di Seta con Massimo Finelli, Carlo Di Maio, Stefano Airota e Antonio Clemente. Di entrambi i lavori Calvino ne cura la regia e saranno rappresentati dal 24 al 26 novembre alla Sala Assoli di Napoli.

«Sono venticinque anni che presento i miei testi alla Sala Assoli – spiega Fortunato Calvino – ho iniziato nel 1990 con La Statua, e sono ventotto anni che vivo ai Quartieri Spagnoli e l’universo dei “femminiélli” mi ha sempre affascinato e quale migliore occasione per portare in scena il loro mondo, che in parte ho descritto nel mio testo Vico Sirene, ma è talmente variegata e complessa questa realtà che ho deciso di approfondirlo realizzando un video dove La Tarantina, ci racconta del suo arrivo a Napoli, subito dopo la guerra. La Napoli di allora vista con gli occhi di un ragazzino ancora minorenne e il suo avvio alla prostituzione, la persecuzione della polizia, la sua partenza per Roma, dove ha vissuto la sua personale e trasgressiva dolce vita conoscendo Pasolini, Fellini, Laura Betti e Parisi. Un film documento sulla Tarantina, che nonostante i suoi anni (78), è straordinariamente vitale».

Sul tema dei “femminièlli” interverranno il prof. Paolo Valerio e il drammaturgo Fortunato Calvino. Il Film documento è stato prodotto dall’Università degli studi di Napoli Federico II (SINASPI – Servizio Anti-Discriminazione e Cultura delle Differenze) – Metastudio89 – Realizzazione Audiovisiva (CSI-SAM) – si ringrazia Ivano Schiavi con la sua amichevole partecipazione – Riprese video Pasquale Dente – Post produzione Fabrizio Pietrafesa. Un film documento di Fortunato Calvino

Nella seconda parte della serata del 24 novembre, sarà presentato un inedito di Fortunato Calvino, in forma di mìse en espace: Pelle di Seta scritto e dedicato a un personaggio che l’autore spesso incontrava alla stazione di Napoli: – alto, capelli tirati all’indietro, rossetto e fard su un viso deturpato dalla droga, si aggirava disperatamente alla ricerca di sesso per pochi spiccioli- . Calvino né ricostruisce il percorso attraverso una drammaturgia intensa, ironica e lacerante. Pelle di Seta ci porta nella quotidianità di una stazione (in questo caso è quella di Napoli), dove uomini incontrano altri uomini, per darsi piacere. “Incontri consumati nel bagno pubblico, fuggevoli, eclissandosi subito dopo furtivamente nella folla anonima della stazione…”.

PELLE DI SETA (Inedito)

Mise en espace/ 30ennale SALA ASSOLI – 24-25-26 novembre 2015

Atto unico

di FORTUNATO CALVINO

con MASSIMO FINELLI

CARLO DI MAIO

STEFANO ARIOTA

ANTONIO CLEMENTE

Disegno luci RENATO ESPOSITO

Assistente alla regia GIUSY IZZO

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.