5 dicembre 2016

15° Slalom Città di Ascoli Piceno – 12° Memorial Silvano Pennacchietti

Il riminese Daniele Ravaioli su prototipo motorizzato Yamaha 1000 si è aggiudicato la 15^ edizione dello Slalom “Città di Ascoli Piceno” – 12° Memorial Silvano Pennacchietti, organizzato dal Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno e dall’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo. L’ex pilota di velocità su terra ha stampato già nella prima manche un 2’17”45 di tutto rispetto, che il più temibile avversario, l’ascolano Andrea Vellei (già vincitore delle edizioni 2013 e 2014) non è riuscito più a battere nelle due successive salite. Vellei nella seconda è incappato nell’abbattimento di due birilli, mentre Ravaioli, ritirato nel secondo tentativo dopo l’abbattimento di birilli, si è migliorato di un secondo ed un decimo nella terza ed ultima manche salendo con un definitivo 2’16”31 che ha concluso al meglio la sua prestazione vincente. Terzo assoluto si è classificato Daniele Vellei a dodici secondi di distacco. Quarto il sarnanese Marco Gentili su Radical, incappato in troppe penalità. Primo tra le vetture produzione l’esperto pilota di casa Fabrizio Caprioni (Renault Clio RS) vincitore del gruppo speciale. Il gruppo A è andato a Demis Bianchini (Citroen Saxo), il gruppo N ad Antonio Forti (Ford Escort Cosworth) ed il Racing Start ad Andrea Mammarella (Honda Civic). Tra le vetture storiche miglior prestazione per il foggiano Massimo Sansone (A112). Il premio delle scuderie è stato assegnato al Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno, mentre tra gli under 23 il migliore è risultato Michele Rinaldi su Peugeot 205 Rally. Cielo grigio durante tutta la manifestazione, che si è svolta senza il minimo intoppo. Per il supporto dell’evento, lo staff organizzatore ringrazia Grafiche Da.Print, Tipografia Da.Sa., Centro Auto e Gabrielli Assistenza.

Classifica assoluta: 1° Ravaioli (proto Yamaha) p.136,31; 2° Vellei A. (Gloria C8P-Suzuki) p.138,16; 3° Vellei D. (Gloria C8P-Kawasaki) p.148,02; 4° Gentili (Radical) p.155,64; 5° Caprioni (Renault Clio RS) p.156,27; 6° Bianchini (Citroen Saxo Vts) p.162,78; 7° Campetti M. (Alfa Romeo 155 Q4) p.164,17; 8° Campetti G. (Fiat Uno 70SX) p.166,15; 10° Ciccotelli (Fiat 600 Sporting) p.166,32; 10° Romoli E. (Fiat Giannini 650) p.166,99.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5957 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.