10 dicembre 2016

Gaeta – Respinto dal TAR il ricorso di De Vizia, soddisfazione dall’amministrazione Mitrano

La sentenza del Tribunale Amministrativo del Lazio, sezione di Latina, n. 413/2015,  che respinge il ricorso della De Vizia S.p.A., conferma la correttezza e la legittimità delle scelte e delle azioni effettuate della nostra Amministrazionedichiara soddisfatto il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano aggiungendo “E’ una vittoria del Comune su tutti i fronti: il TAR ha dichiarato infondato il ricorso originario e inammissibili i ricorsi per motivi aggiunti, presentati dalla Ditta De Vizia, in quanto priva di legittimazione ad agire, respingendo contestualmente le domande di accertamento dell’inefficacia del contratto e  declaratoria del diritto della ricorrente all’affidamento del servizio, nonché le domande di risarcimento del danno”.  

La scelta  –  prosegue il Primo cittadino – di escludere la De Vizia dalla prima gara pubblica, indetta dalla nostra Amministrazione, per l’affidamento del servizio di igiene urbana, veniva, dunque, effettuata dalla Commissione di gara del Comune nella piena rispondenza alle vigenti norme giuridiche. Un plauso all’allora Dirigente del Dipartimento Comunale Ambiente, Lavori Pubblici e Demanio Arch. Sisto Astarita, verso il quale esprimo la massima stima e riconoscenza, per aver svolto il suo incarico in modo lodevole, nella più attenta e scrupolosa osservanza delle leggi. Un vivo ringraziamento al Collegio  difensivo scelto dall’Amministrazione Comunale, composto dagli Avvocati Annamaria Rak e Salvatore Scafetta, che hanno seguito con lodevole impegno ogni passo della vicenda giudiziaria, opponendo al ricorso della De Vizia tesi difensive ineccepibili, rilevando, tra l’altro, come nell’offerta di questa Ditta  vi fossero ben 20 motivi di difformità o mancanze rispetto alle prescrizioni del servizio igiene, richieste dalla lex di gara, a pena di esclusione. Sta di fatto che nella sua sentenza il TAR, esaminando specificatamente  le puntuali eccezioni della difesa comunale, ha statuito che nemmeno uno di quei motivi di esclusione, rilevati dalla Commissione di gara, fosse infondato. Encomiabile, dunque, il lavoro dei nostri difensori che ha consentito all’ Amministrazione di dimostrare di aver agito nel pieno rispetto normativo“.

Abbiamo sempre operato conclude il Sindacoe continueremo ad operare nella ferma applicazione delle leggi e del principio della trasparenza. La sentenza del TAR rafforza la nostra volontà ed il nostro impegno a raggiungere gli obiettivi di governo prefissati, proseguendo il cammino amministrativo, nel solco tracciato dai valori della legalità e dell’affermazione del diritto”.

About Emanuele Bompadre 8294 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.