Lezzi: “Quanto promette la Meloni ha un costo ed è anche molto elevato”



Premetto di riconoscere a Meloni il coraggio di metterci la faccia in contesti scomodi come la CGIL.
Ma per dire cosa ce l’ha messa questa faccia?
A parte la solita litania sul reddito di cittadinanza, non ha detto come intende dare ai beneficiari di questo strumento ” la dignità di un lavoro adeguato.” Sue parole.
Ha promesso formazione retribuita agli abili al lavoro. Bene, con quali soldi? Quanto promette ha un costo ed è anche molto elevato.

E i centri per l’impiego?

Come verranno riformati per garantire l’incrocio della domanda con l’offerta di lavoro? Non si sa anche perché servirebbero, di nuovo, altri soldi.
Ha assicurato che la riforma fiscale sarà vantaggiosa per i redditi medio-bassi ma, anche qui mi chiedo, i soldi? Da dove verranno presi? Tenendo conto che non siamo in una fase di crescita sostenuta che potrebbe garantire maggior gettito per coprire diminuzioni di tasse, da qualche parte si dovrà tagliare. È fondamentale sapere da dove si intendono prelevare le risorse perché il timore che si dia da una parte e si tolga dall’altra (detrazioni e deduzioni) è più che fondato. L’allocazione delle risorse non è un dettaglio insignificante ma quello che fa la differenza.

Quanto vale questa riforma?

Ma, soprattutto, quanto vale questa riforma fiscale che rivoluzionerà il Paese? Di che cifra stiamo parlando? Ancora non si sa.
Inoltre, non ha spiegato come verranno riformate le aliquote. Dalle bozze che circolano, i vantaggi non andranno affatto ai redditi bassi. Vedremo il testo appena sarà pubblicato e nel frattempo, accontentiamoci degli annunci.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Lezzi: "Quanto promette la Meloni ha un costo ed è anche molto elevato"

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 28524 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.