Trattativa Stato-mafia, Lezzi (Gruppo misto): “La trattativa c’è stata, ma per questa Corte non costituisce un reato”

draghi



“Quello che  emerge dal solo dispositivo della sentenza, non essendoci ancora le motivazioni, è che la trattativa c’è stata, solo che per questa Corte non costituisce un reato”. Lo ha dichiarato in un’interivsta a iNews24 la senatrice del Gruppo misto, Barbara Lezzi, che ha poi proseguito: “Non viene smentito l’impianto accusatorio, per quanto in molti lo stiano definendo solo come un teorema, ma per quanto riguarda i Carabinieri il loro operato non è stato giudicato come un reato, mentre per Dell’Utri invece, il giudice ritiene che non abbia riferito a Berlusconi”.

Rispetto al ribaltamento della sentenza

Rispetto al ribaltamento della sentenza di primo grado, Lezzi ha commentato: “Già in primo grado i Pm dissero di non avere delle prove concrete dell’avvenuta comunicazione tra Berlusconi e Dell’Utri, ma che c’era una certa logica nel sottintenderla, tant’è che allora gli imputati vennero riconosciuti colpevoli. Personalmente mi auguro che dalle motivazioni si possano evincere anche le ragioni per poter presentare il ricorso e andare avanti”. Lezzi ha poi proseguito: “Quei fatti sono accaduti, sono stati accertati e raccontati nei minimi particolari. Anche se per la magistratura non costituisce reato, noi  non possiamo far finta di niente perché  la storia ormai è stata scritta”.

Sulla figura di Marcello Dell’Utri, Lezzi ha poi dichiarato

“Parliamo dello stesso Dell’Utri già condannato in giudicato per concorso esterno in associazione mafiosa? Non mi pare che la sentenza di ieri vada in qualche modo a cancellare quella precedente. Io non riabilito nessuno, né lui né Berlusconi, perché comunque rimane il fatto che Forza Italia è stata fondata insieme ad un uomo che era colluso con la criminalità organizzata”. Sull’ipotesi di Silvio Berlusconi al Quirinale, Lezzi ha poi concluso: “Il pensiero unico dominante, questa palude parlamentare in cui la politica ormai si è completamente addormentata, sta dando spazio a distorsioni e a revisionismi spaventosi. Non possiamo dimenticarci cosa hanno fatto venti anni di Berlusconi e di berlusconismo a questo Paese”

LINK ALL’ARTICOLO

Fonte: inews24.it


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Emanuele Bompadre 13504 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.