Smettere di fumare: tutto sulla sigaretta elettronica e i suoi aromi

Smettere



Uno dei traguardi che mettono davvero alla prova ogni fumatore è riuscire nella straordinaria impresa di smettere di fumare. Una cosa che può sembrare semplice risulta, in verità, una delle cose più complicate e che richiedono un’incredibile forza di volontà.

In commercio esistono da alcuni anni le sigarette elettroniche. Mezzi in grado certo di dare una mano, a patto si saperle utilizzare e di accettare il fatto che, un giorno, si dovrà smettere davvero. Ce ne sono di diversi tipi e, come ormai per ogni cosa sono disponibili sia nei negozi fisici che in quelli online. Sia il corpo centrale che gli aromi sono acquistabili ad esempi, nello shop online di aromi per sigaretta elettronica Terpy.

Come si compone la sigaretta elettronica

Ogni sigaretta elettronica funziona per mezzo di un atomizzatore. Questo particolare componente serve allo scopo principale di produrre il vapore con un processo di nebulizzazione interna al dispositivo. Questo vuol dire che ciò che il fumatore va ad aspirare non subisce processo di combustione. È per questo motivo che molti studiosi sono concordi sul dire che la sigaretta elettronica è meno dannosa di una sigaretta normale.

Anche se alcuni liquidi utilizzati in commercio possono contenere nicotina e tabacco (comunque in quantità minore di una normale sigaretta o al tabacco sfuso) questi vengono solo vaporizzati e risultano meno efficaci, oltre a non portare con sé tutte le altre sostanza nocive che si formano dalla “catramazione” del tabacco.

Come si alimenta l’atomizzatore

È possibile alimentare l’atomizzatore e dare vita a tutto il processo di vaporizzazione grazie a una semplice batteria agli ioni di litio. Come ogni batteria di questo tipo, avrà bisogno di essere ricaricata e avrà un’autonomia e un ciclo totale di vita ridotti nel tempo.

È possibile intercambiarla con una batteria di riserva; difficile, infatti che la sigaretta elettronica presenti una batteria non rimovibile. Al contrario, è spesso di facile applicazione e può essere sostituita da una più capiente.

Cosa sono gli aromi per la sigaretta elettronica?

La vaporizzazione avviene grazie al surriscaldamento (non combustione, ricordiamo) di un liquido presente all’interno del serbatoio. Questo liquido è quello che ha fatto la fortuna e la sfortuna della sigaretta elettronica nel corso del tempo.

Si è passati dal dipingerlo come una delle sostanze più nocive al mondo fino ad arrivare a descriverne gli ingredienti come comuni in più alimenti. Insomma, un passaggio da un estremo all’altro. In generale, appare evidente come, se questo liquido fosse effettivamente dannoso, un suo commercio, soprattutto negli ultimi anni (e considerando che si pone come avversario di una delle industrie più potenti al mondo) sarebbe impossibile in partenza. La loro personalizzazione è invece quello che ha dato una svolta alla diffusione della sigaretta elettronica.

Quanti aromi esistono?

Infiniti, probabilmente. È possibile che esista un liquido per sigaretta elettronica per ogni sapore presente sul pianeta, dai frutti ai vegetali, fino ad arrivare alle essenze più strane e quelle create appositamente per simulare l’odore del tabacco pur non contenendone.

Molti produttori danno la possibilità non solo di usufruire di un vasto catalogo co i più svariati aromi e sapori per liquidi, ma anche la chance di mixare personalmente due o più gusti e trovare l’essenza personalizzata perfetta per il proprio gusto.

Da cosa è composto il liquido?

Di solito si tratta di sostanze naturali che vengono anche utilizzate come additivi alimentari. La più comune è la glicerina vegetale. La sua particolare composizione e la sua provenienza la rendono una sostanza non dannosa per il corpo umano.

Per quanto riguarda il sapore dato al liquido, questo è generalmente un’essenza della sostanza principale da cui prende il nome. Niente di dannosi, dunque, neanche per la nota di odore e di sapore (così come il colore) che si sceglie per il proprio liquido preferito.

Molti liquidi possono contenere tabacco e nicotina. Questa è sempre una scelta personale del fumatore. In particolare, durante il passaggio dalle sigarette normali a quelle elettroniche è preferibile acquistare dei liquidi che contengano queste due sostanze e diminuirne gradualmente la quantità.

La sigaretta elettronica serve davvero a smettere di fumare?

Ci sono varie “scuole di pensiero”, per così dire. Non tutti sono convinti dell’efficacia della sigaretta elettronica anche se molti concordano sul suo minore impatto sul nostro organismo. Fumare la sigaretta elettronica, infatti, non implica quasi mai l’inalazione del liquido vaporizzato. Al contrario, molti fumatori preferiscono lasciare che il vapore resti nelle guance per poi espellerlo.

Una volta tornati alle sigarette normali, quindi, il processo di inalazione potrebbe risultare molto fastidioso e convincere il fumatore a smette effettivamente, tornando poi a utilizzare le sigarette elettroniche ma scegliendo una miscela senza tabacco o nicotina.

Lo scopo della sigaretta elettronica, quindi, dovrebbe essere proprio questo. Tuttavia, da sola può non bastare. È necessaria anche una straordinaria forza di volontà e una vera voglia di capire quanto sia dannoso il fumo per il nostro corpo.

Quali sono i costi?

Arriviamo, infine, a parlare dei costi. Smettere di fumare può sicuramente avere un prezzo, ma si devono valutare anche i benefici futuri che si avranno eliminando il fumo dalla propria vita. Una sigaretta elettronica può avere prezzi molto diversi a seconda del modello e delle caratteristiche scelte come la durata della batteria, la portabilità ecc.

Per i liquidi, generalmente, la forbice è meno ampia e molti produttori tendono a definire un prezzo standard, almeno per gli aromi e i gusti più comuni.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.