Roma, Ziantoni: “Con Piano Economico Finanziario nessun aumento e nuove agevolazioni TARI”

katia Ziantoni



Con l’approvazione in Aula del nuovo piano economico finanziario 2021, arrivano importanti elementi di novità rispetto alle misure in favore della raccolta differenziata e della riduzione della produzione dei rifiuti.

Per la prima volta vengono infatti riconosciuti maggiori profitti ad AMA S.p.A per l’incremento della raccolta differenziata che dovrà arrivare al 50% entro la fine del 2021.

Confermata la riduzione del 30%

Confermata la scontistica del 30%, sulla parte variabile della TARI, in favore dei cittadini che praticano l’autocompostaggio e semplificate le procedure per l’accesso alle agevolazioni. Similmente a quanto accade in molte città, infatti non sarà più necessario fare richiesta della compostiera all’AMA, ma basterà che il cittadino la acquisti, presentando la ricevuta fiscale per ottenere la relativa scontistica.

Utenze non domestiche

Introdotta inoltre una nuova misura in favore delle utenze non domestiche per il contrasto allo spreco alimentare. Il progetto, pensato sul modello Milano, mette in comunicazione le associazioni di categoria con le realtà del terzo settore affinché si possano recuperare le derrate alimentari in eccesso e destinarle alle fasce più fragili della società.

Le parole di Ziantoni

“L’iniziativa, che rientra tra gli obiettivi di prevenzione approvati dall’Assemblea Capitolina, ha effetti socio-economici e ambientali di grande impatto riducendo significativamente la produzione dei rifiuti organici e i costi economici connessi e contribuendo, al tempo stesso, al benessere sociale e ambientale dei cittadini. Il progetto intende mettere a sistema iniziative spontanee messe già in campo da alcune realtà creando una rete integrata e incentivando tale buona pratica”, ha spiegato l’assessora ai Rifiuti e al Risanamento Ambientale Katia Ziantoni.

Le risorse messe a disposizione in questo campo rappresentano un’azione concreta e subito attuabile prevista anche all’interno del PAESC, il Piano di azione per l’energia sostenibile e il clima adottato da Roma Capitale per il contrasto ai cambiamenti climatici.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.