Di Battista: “La storia è la memoria di un popolo”

di battista



Così Alessandro Di Battista sulla sua pagina Facebook:

Nicolas Sarkozy, l’uomo che convinse l’amministrazione Obama (la Clinton era Segretario di Stato) a sostenere l’intervento armato in Libia, è stato appena condannato a 3 anni di carcere per corruzione. Fu Sarkozy per primo (poi la Casa Bianca fece la sua parte) a convincere, anche grazie all’influenza di Napolitano, il governo Berlusconi ad avallare i bombardamenti sulla Libia. Non ho mai difeso Gheddafi, ho difeso la sovranità dei popoli e ho sempre attaccato i paesi esteri che, con le bombe, decidono di cambiare i governi a loro ostili.

Memoria di un popolo

“La storia è la memoria di un popolo, e senza una memoria, l’uomo è ridotto al rango di animale inferiore” disse Malcolm X. Ebbene è un dovere esercitare la memoria. Gran parte dei responsabili di quella guerra (la più grande sconfitta per l’Italia dalla II guerra mondiale) oggi sono al governo del Paese. Oggi governa l’Italia chi si è piegato ai diktat di un corrotto scegliendo la tranquillità personale all’interesse generale.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20981 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.