Roma, tenta una goffa rapina a ufficio postale: arrestato

carabinieri



Attimi di panico ieri pomeriggio nell’ufficio postale di Piazzale G. Duhet, difronte alla fermata metro Laurentina, dove un uomo di 44 anni, con precedenti, in maniera molto goffa ha tentato di compiere una rapina.
L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per essere stato accusato più volte di furto in passato, è entrato nell’ufficio, si è lasciato misurare la temperatura, ha chiesto di un’impiegata di cui probabilmente aveva saputo il nome in precedenza e fino a qui sembrava un normale cliente. Ha atteso l’arrivo dell’impiegata e poi inspiegabilmente si è innervosito cominciando a urlare “Basta! Questa è una rapina!”.

Rapina percepita

A quel punto tutti i presenti hanno percepito la sua azione come una rapina per cui hanno cominciato ad uscire mentre il rapinatore ancora indeciso ha cominciato a camminare avanti e indietro nell’ufficio, senza prendere una decisione, per diversi minuti. Nel frattempo alcune persone uscite dall’ufficio postale hanno dato l’allarme rivolgendosi ad una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola, in quel momento in transito, supportati anche dai Carabinieri della Stazione Roma Eur intervenuti dopo. Anche la direttrice dell’ufficio postale, infatti, aveva nel frattempo chiamato al 112 segnalando una rapina in corso.  I militari, con le dovute precauzioni, hanno fatto irruzione e hanno bloccato l’uomo che non ha opposto resistenza. Il rapinatore “indeciso” ha ottemperato a tutte le istruzioni disposte dai Carabinieri, lasciandosi ammanettare e ha anche comunicato loro di avere indosso un coltello da cucina (lama 25 cm) che è stato sequestrato ma che di fatto non aveva mai estratto. L’uomo è stato condotto in caserma in attesa di essere condotto, questa mattina, presso le aule di piazzale Clodio per la direttissima.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20481 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.