Focene Nord, sopralluogo di regione e comune

focene



Questa mattina si è svolto un sopralluogo dell’assessore regionale ai Lavori pubblici e alla Tutela del territorio Mauro Alessandri presso la spiaggia di Focene nord duramente colpita dalle recenti mareggiate. Con lui la consigliera regionale Michela Califano, il Direttore dell’Agenzia Regionale della Protezione Civile presso la Regione Lazio Carmelo Tulumello e il vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca.

Le parole del Sindaco Montino

“Con il sopralluogo di oggi – ha commentato il sindaco di Fiumicino Esterino Montino – per cui ringrazio l’assessore Alessandri, la consigliera Califano e il direttore Tulumello, la Regione Lazio dimostra ancora una volta una grande sensibilità e attenzione alla difesa della nostra costa. A causa dei cambiamenti climatici, eventi come questi si ripetono purtroppo molto spesso, per cui serve una continuità negli interventi”.

Le affermazioni del vicesindaco

“Il problema vero oramai – ha aggiunto il vicesindaco Di Genesio Pagliuca – sta diventando quello dell’incolumità dei nostri cittadini, che si aggiunge a quello che c’è oramai da tempo legato alle strutture e all’erosione della costa. Noi interverremo nei prossimi mesi sia per la salvaguardia dei tratti di costa di Focene che di Fregene. A Fregene sud realizzeremo la soffolta con i contributi della Regione, così come il rinfoltimento delle scogliere a Focene. Parallelamente procediamo con l’iter per la richiesta di danni per calamità naturale”.

Le dichiarazioni di Alessandri

“C’è assoluta esigenza – ha spiegato l’assessore regionale Alessandri – di proteggere la popolazione, le attività e le case dalla potenza del mare. Va anche ripristinata la funzionalità idraulica del canale, per evitare gli allagamenti su strada che oggi vediamo. Siamo venuti oggi insieme alla Protezione civile per valutare come creare una ulteriore protezione a mare in questo punto e permettere attraverso la ricostruzione della linea di costa la praticabilità della costa e del mare. È un tema molto serio su cui la Regione presta grande attenzione”.

Le conclusioni di Tulumello

“Come Protezione civile regionale – ha concluso il direttore Tulumello – stiamo gestendo delle risorse che ci sono state date per il maltempo che nel 2018 ha flagellato in particolare questo tratto di costa. Il primo intervento programmato è frutto di queste risorse. Ma serve un intervento più strutturale, perché questi eventi ormai sono all’ordine del giorno e noi dobbiamo poter tutelare la popolazione”.

Le parole della Califano

“A Focene ho chiesto un ulteriore sforzo per mettere in sicurezza gli 800 metri nei pressi della zona di Riserva con una diga soffolta. Questo permetterebbe di combattere l’erosione anche in quel tratto e al tempo stesso mettere in sicurezza la pompa di sollevamento Acea evitando allagamenti come quelli ai quali assistiamo ormai troppo frequentemente e che mettono in pericolo anche le abitazioni private.

Abbiamo discusso anche della situazione del Lungomare della Salute. Le scogliere vanno rafforzate, non si fanno interventi da 40 anni. Ho sollecitato una soluzione pensando al coinvolgimento di altri enti. Questo grazie allo stato di calamità naturale firmato dalla Regione nei giorni scorsi che ci potrebbe permettere di avere maggior margine.

Proprio in quest’ottica ho presentato un ordine del giorno che impegna la giunta regionale a stanziare dei fondi ‘ristoro’ per le attività danneggiate dalle ultime mareggiate.

La situazione è complicata, eventi metereologici come quelli che hanno colpito la costa laziale nel mese di dicembre e in questi primi giorni di gennaio sono sempre più frequenti. Dobbiamo mettere in campo tutte le risorse che possiamo.

Ringrazio infine l’Assessore Alessandri e il Presidente Tulumello per aver accolto la mia richiesta di aiuto. ”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.