Fratoianni: “Estendere reddito cittadinanza, piano straordinario per personale sanitario, stabilizzare lavoro precario, reintrodurre art.18”

fratoianni



«Gli effetti del Coronavirus e del lockdown saranno pesanti e drammatici su centinaia di migliaia di lavoratori del nostro Paese, che rischiano di perdere il lavoro e il reddito. Ed è per questo che servono misure di tutela universali e non frammentarie».
Lo afferma Nicola Fratoianni che è intervenuto in aula a Montecitorio dopo l’informativa della ministra Catalfo.

Estensione del reddito di cittadinanza

«In particolare – prosegue l’esponente di Leu – serve un’estensione del reddito di cittadinanza senza condizionalità, per almeno 12 mesi, che possa coprire anche coloro che lavorano senza contratto (una realtà che si stima coinvolga 3.8 milioni di persone).
Serve stabilizzare e rafforzare il personale che si occupa di politica attive del lavoro.
Serve un piano straodinario per il personale sanitario e per tutti coloro che si occupano dei servizi annessi alla salute».

Reintrodurre l’articolo 18

«E infine, di fronte a centinaia di migliaia di probabili licenziamenti – conclude Fratoianni – serve reintrodurre l’articolo 18. O chiamatelo come volete, se il nome spaventa qualcuno».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20456 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.