Fratoianni: “E’ necessario un piano straordinario per l’assunzione dei precari”

de lorenzo



«In queste lunghe settimane di quarantena, la scuola italiana è sottoposta a una dura prova che coinvolge insegnanti , dirigenti scolastici, personale ATA e soprattutto gli studenti.
Gli insegnanti stanno facendo un lavoro straordinario, innanzitutto di studio e formazione. La didattica a distanza, che naturalmente e’ importante, sta tuttavia facendo emergere le diseguaglianze sociali e la povertà diffusa, e bene ha fatto il governo a stanziare risorse per garantire il comodato d’uso per i tablet.
Alla luce di quello che la scuola e i ragazzi stanno già vivendo, non possiamo correre il rischio che anche l’inizio del prossimo anno sia segnato da incertezza e discontinuità didattica».

Piano pluriennale

«E’ il tempo di non rinviare quello che da anni abbiamo proposto – prosegue l’esponente di Leu della commissione cultura di Montecitorio – e che oggi giustamente rilancia anche il capogruppo del Pd in commissione Istruzione al Senato Verducci, cioè un piano pluriennale di assunzioni per i tantissimi docenti precari che insegnano almeno da tre anni, che vada oltre i 24 mila posti già previsti dal concorso straordinario».

Competenza e spirito di servizio

«Oggi questi docenti precari si stanno facendo carico con professionalità, competenza, spirito di servizio e dedizione dell’istruzione pubblica e degli studenti. Personale a cui è ancora negata la carta docenti, che pensiamo debba essere estesa anche a loro.
Si trovino dunque le soluzioni, coinvolgendo le organizzazioni sindacali, per consentire che il prossimo anno scolastico possa essere affrontato nel miglior modo possibile, – conclude Fratoianni – anche per dare agli studenti la possibilità di un pieno recupero di questi mesi difficili».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20523 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.