Prezzi folli per gel igienizzanti e mascherine. Indaga anche la Procura di Udine



Si allargano le indagini della magistratura per le speculazioni sui prezzi si mascherine e gel igienizzanti. Dopo le Procure di Milano e Torino, Guardia di Finanza e Antitrust, anche la Procura di Udine ha accolto l’esposto inviato lunedì scorso dal Codacons e ha aperto una inchiesta per il reato di manovre speculative.
La conferma dell’apertura di un fascicolo, al momento a carico di ignoti, arriva dal procuratore capo Antonio De Nicolo, che ha assegnato le indagini al procuratore aggiunto Claudia Danelon.

APERTA INCHIESTA PER MANOVRE SPECULATIVE SU MERCI

La fattispecie per cui indaga la magistratura di Udine è quella di manovre speculative su merci, allo scopo di accertare, come richiesto dal Codacons, chi stia speculando sull’emergenza coronavirus aumentando a dismisura i prezzi di alcuni prodotti come mascherine protettive e gel igienizzanti.
“Siamo soddisfatti per la decisione della Procura di accogliere la nostra denuncia e accendere un faro sulle ignobili speculazioni legate al coronavirus – afferma il presidente Carlo Rienzi – e ci auguriamo che chi sta tentando di lucrare sulle paure degli italiani risponda dinanzi la giustizia degli illeciti commessi”.

 

Codacons Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.