Roma buche: per gli avvocati del comune è responsabilità dei cittadini evitarle



Il Giudice si riserva di decidere su ammissibilita’ dell’azione collettiva.

Si è tenuta oggi dinanzi al tribunale civile di roma la prima udienza relativa alla class action contro buche e dissesto stradale promossa dal codacons.
nel corso della seduta i legali del comune (guidati dal capo dell’avvocatura carlo sportelli), pressati dalle domande mosse dagli avvocati dell’associazione, non hanno smentito la linea difensiva contenuta nella memoria depositata in tribunale, secondo cui è responsabilità del cittadino evitare le buche, dal momento che il dissesto stradale è un fatto noto che contraddistingue le strade della capitale. una linea che sembra quindi confermata e che oggi ha messo in evidente difficoltà gli stessi avvocati del campidoglio presenti in aula, incalzati dalle precise domande del codacons sull’argomento.

I legali dell’associazione hanno poi spiegato in udienza come l’azione riguardi tutti i cittadini e non solo quelli caduti o incappati in una buca, in quanto ad essere leso è il diritto costituzionale assoluto alla libertà di movimento, con i romani oggi costretti a camminare a testa in giù scrutando continuamente strade e marciapiedi per evitare di cadere o di finire dentro voragini e buche.
Il collegio giudicante (pres. oddi. rel. bifano), dopo aver ascoltato le parti, si è riservato di decidere nei prossimi giorni sull’ammissibilità della class action.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 13417 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.