Giornata Mondiale Poveri: il Papa a tavola con i bisognosi



“Adesso tutti insieme faremo il pranzo. Ringraziamo coloro che hanno portato il pranzo, coloro che ci serviranno[…]. Ringraziamo tutti e preghiamo Dio perché ci benedica tutti. Che Dio benedica ognuno di noi, benedica i nostri cuori, benedica le nostre intenzioni, e ci aiuti ad andare avanti. Amen. E buon pranzo!”. Con queste parole, Papa Francesco ha salutato gli indigenti giunti in Aula Paolo VI per pranzare insieme a lui, in occasione della Giornata Mondiale del Poveri.

La gioia della condivisione
Un momento di condivisione tenutosi, dopo l’Angelus e la Messa, al quale hanno partecipato circa 1.500 poveri accompagnati dal personale delle associazioni di volontariato.
Il pranzo è stato offerto da Rome Cavalieri-Hilton Italia in collaborazione con Ente Morale Tabor. Promotore dell’iniziativa, il Dicastero per la Nuova Evangelizzazione, in collaborazione con la Caritas, la Comunità di Sant’Egidio, l’Ordine di Malta, la comunità Nuovi Orizzonti, la comunità Papa Giovanni XXIII, l’associazione Fratello 2016, le Opere Antoniane di Roma, le Associazioni cristiane lavoratori italiani (Acli), i gruppi vincenziani di volontariato e i vari organismi attivi nelle parrocchie.

Il menù e l’omaggio ai presenti
Il menù, servito dai 70 volontari delle parrocchie di Roma, è composto da lasagna, bocconcini di pollo con contorno di purè di patate e tiramisù. Ad animare il pranzo festivo, i giovani della Banda del Santuario di Pompei. Al termine, lo storico Pastificio Rummo ha donato a tutti i presenti e alle associazioni oltre 1.500 buste di pasta.

La conclusione
Al termine del pranzo il Papa ha salutato tutti i partecipanti rivolgendo loro le seguenti parole: “Grazie tante! Grazie a voi per la compagnia. Grazie ai ragazzi musicisti. Grazie a coloro che hanno preparato il pranzo, che lo hanno servito, e ai tanti ragazzi e ragazze che aiutano qui all’ordine. E grazie a tutti voi. E pregate per me. Che il Signore vi benedica. Grazie!”. Poi, prima di lasciare l’Aula Paolo VI, il Pontefice ha salutato i bambini, i poveri e le persone presenti e fatto una foto con i cuochi.

Il pranzo nelle altre Diocesi
Mentre era in corso il pranzo in Aula Paolo VI, altri bisognosi sono stati ospitati nelle mense e nelle parrocchie di Roma e in quelle delle diverse realtà assistenziali e associazioni di volontariato che hanno aderito all’iniziativa. Simile pranzo conviviale si è ripetuto in migliaia di diocesi italiane che, in occasione di questa giornata, hanno deciso di aprire le loro porte ai poveri.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21622 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.