Papa ai neo sacerdoti: “Non stancatevi di essere misericordiosi”



Sedici nuovi sacerdoti, undici dei quali della diocesi di Roma: Francesco li ha ordinati stamattina nella Messa celebrata nella Basilica Vaticana. Diverse le loro origini: cinque sono di Roma, tre provengono dall’India, uno dalla Croazia e uno dalla Romania, e poi da Perù, Viet-Nam, Myanmar, Colombia, El Salvador, Madagascar.
I diaconi pronunciano il loro “sì” nella IV domenica di Pasqua, detta del Buon Pastore, in cui la Chiesa celebra la 55ª Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni.

La Messa con Ordinazioni in San Pietro

Una celebrazione in cui prevale il colore bianco delle vesti, ricca di passaggi come quello in cui i neo presbiteri confermano la volontà di servire il Signore e promettono obbedienza al Papa e ai loro superiori. E molti i gesti simbolici come l’unzione dei palmi delle mani, fatta a ciascuno dal Papa, che significa la prerogativa a loro affidata di consacrare il Pane e il Vino sull’altare.

Il sacerdote continua la missione di Gesù

Il Papa pronuncia l’ “Omelia rituale” prevista dal Pontificale Romano per l’Ordinazione dei presbiteri, con alcune aggiunte personali.
Gesù – esordisce – è il solo Sommo Sacerdote del Nuovo Testamento, e in Lui tutto il popolo di Dio è costituito popolo sacerdotale:

Nondimeno, tra tutti i suoi discepoli, il Signore Gesù vuole sceglierne alcuni in particolare, perché esercitando pubblicamente nella Chiesa in suo nome l’officio sacerdotale a favore di tutti gli uomini, continuassero la sua personale missione di maestro, sacerdote e pastore.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 13141 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.