Bollette a 28 giorni: compagnie dovranno rimborsare 500 milioni



500 milioni di euro. Questa la cifra, calcolata dal Codacons, che le compagnie telefoniche dovranno rimborsare agli utenti per effetto della prossima decisione dell’Agcom anticipata oggi da Repubblica.
Si apprende infatti che l’Autorità per le Comunicazione diramerà nei prossimi giorni un provvedimento contro gli operatori della telefonia in cui, oltre ad elevare una nuova sanzione, imporrà alle società di indennizzare gli utenti nella prima bolletta “mensile”, con un risarcimento proporzionato ai giorni in cui i clienti hanno pagato in più a causa della fatturazione ogni 28 giorni a partire da una data precisa: il 23 giugno 2017.
In base ai calcoli del Codacons, il periodo considerato dall’Agcom equivale ad un rimborso per complessivi 500 milioni di euro in favore dei consumatori.
“Siamo pronti ad intentare una class action contro Tim, WindTre, Vodafone e Fastweb se non risarciranno gli utenti per i danni arrecati e se ostacoleranno in qualsiasi modo le richieste dell’Autorità – spiega il presidente Carlo Rienzi – Già da oggi gli utenti possono attivarsi per chiedere alle compagnie telefoniche il rimborso della maggiori somme pagate a causa di quella che è stata definita la “truffa” delle bollette a 28 giorni, utilizzando il modulo pubblicato sul sito www.codacons.it”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22074 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.