Cerveteri – Rognoni: “A Capodanno rispettiamo gli animali.”



Divieto totale di sparare i botti salvo che tra le 22 e l’una di notte del 31 dicembre.
La Consigliera comunale e Delegata per i Diritti degli Animali del Comune di Cerveteri, Roberta Rognoni, lancia anche quest’anno un appello alla cittadinanza. “Dallo scorso anno – ha spiegato la Consigliera Roberta Rognoni – nel nostro Comune così come in tantissime altre città d’Italia e del Mondo vige un’ordinanza che regola l’utilizzo dei fuochi artificiali nel periodo delle festività di Capodanno. Petardi, razzi e mortaretti, infatti, non dovrebbero essere mai sparati negli spazi pubblici se non strettamente nel periodo dei festeggiamenti dell’Ultimo giorno dell’Anno, dalle ore 22 all’una di notte. Il motivo di questo è semplice. Gli animali, tutti gli animali, sia quelli domestici che quelli liberi, sono terribilmente e mortalmente spaventati dai rumori forti. Sarebbe un gesto di rispetto verso gli animali quello di evitare del tutto, o almeno limitare al massimo, lo scoppio di petardi e simili”.

Considerato nel corso dell’anno che sta per terminare – ha detto la Consigliera Rognoni – abbiamo purtroppo dovuto gestire nel nostro Comune ad un numero elevatissimo di abbandoni e maltrattamenti sugli animali, l’auspicio è che sia un 2015 migliore, in cui possa emergere l’amore e il rispetto per gli animali.
I cosiddetti botti sono molto nocivi per la salute degli animali nostri e dei nostri vicini di casa. Molti animali fuggono terrorizzati, causando reali rischi per la viabilità stradale e rischiando essi stessi danni mentali e motori. Ogni anno sentiamo di animali che sono morti di crepacuore per la gran paura scaturita dai continui e forti botti. Dobbiamo arginare questa violenza.
“Si consiglia, per questo periodo di tempo, di tenere gli animali d’affezione chiusi in casa, con la luce e la radio accesi. Questo li farà sentire protetti e attutirà i rumori provenienti dall’esterno. Ricordiamo che chiunque violi le disposizioni dell’ordinanza è soggetto a sanzioni pecuniarie, o addirittura, in taluni casi, persino a sanzioni penali. Certa che i nsotri cittadini sapranno comprendere e rispettare quste semplici regole di felice convivenza, auguro a tutti un felice 2015”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Giovanni Soldato 3230 Articoli
Giovanni Soldato, specialista della fotografia.... secondo lui, ottima penna sia in ambito sportivo ma soprattutto nell'ambito dei motori. Nato a Barberino del Mugello appena ha tempo mette le due ruote in pista. Collaboratore de Il Tabloid cura la provincia di Latina, le notizie nazionali e dall'estero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.