6 dicembre 2016

Montermini e l’impresa di Le Mans sulla Ferrari 458

Prova di forza per il campione modenese che è riuscito a chiudere secondo tra le GT correndo per 45 minuti senza idroguida in Francia nella 4H Endurance secondo appuntamento del V de V GT Tourisme sul circuito Bugatti al volante della supercar del cavallino curata dal Team AF Corse che condivide con Cordoni

Modena, 26 aprile 2016 – Una autentica impresa quella compiuta da Andrea Montermini al volante della Ferrari 458 GT3 preparata dall’AF Corse, che condivide con il piemontese Mario Cordoni, nella 4H Endurance GT Tourisme, secondo round della serie internazionale transalpina V de V, sul Circuito francese Bugatti di Le Mans.

Il Campione modenese dopo un perfetto lavoro di messa a punto compiuto nelle prove libere ha centrato la pole position in qualifica. L’equipaggio Montermini – Cordoni ha poi preso il comando della gara articolata sulle 4 ore. A 45 minuti dalla fine, mentre Montermini si avviava a tagliare il traguardo per primo in categoria GT Tourisme, con un 1 giro e 20 secondi di vantaggio sulla concorrenza, purtroppo qualcosa all’idroguida ha iniziato a non funzionare a dovere. Il driver F.1 a quel punto ha dato fondo all’implacabile volontà ed a tutta l’esperienza ed ha respinto tutti gli attacchi resistendo con tenacia, riuscendo a concludere secondo tra le GT e sesto nell’assoluta, in condizioni davvero difficili per una Gran Turismo.

-“Mentre ero primo con un buon vantaggio all’improvviso ho sentito il volante irrigidirsi ed ho pensato Impossibile finire!- ha spiegato Montermini – sapevo i rischi che prendevo ma ho deciso di non mollare per non vanificare l’ottimo lavoro compiuto da tutta la squadra durante il week end. MI sono detto ‘devo farcela’ e sono riuscito a tagliare il traguardo in seconda posizione assicurando al nostro equipaggio punti importanti. E’ stata particolarmente dura, non credevo fosse possibile”-.

About Emanuele Bompadre 8249 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.