5 dicembre 2016

Moto2 – Rins, è pole ad Austin

Le qualifiche della classe leggera si svolgono in condizioni ideali, la pioggia delle FP3 è passata il sole ha alzato la temperatura dell’asfalto. La definizione della griglia di partenza della Moto2™ è  subito di fuoco e si apre con un Alex Rins, Paginas Amarillas HP e dominatore delle libere del venerdì, che firma il primo miglior tempo: 2:08.850s. Le libere del sabato si sono cocluse nel segno della pioggia e di Sam Lowes, Federal Oil Gresini, ma il britannico ora è secondo seguito da Jonas Folger, Dynalvolt Intact GP. Quarto Marcel Schrotter, Agr Team, quinto Johan Zarco, Ajo Motorsport e Thomas Luthi, Garage Plus chiude le migliori sei posizioni di testa a 1.333s dalla vetta.

Tutti i migliori cinque nelle fasi inziali provano ad insidiare la pole provvisoria de pilota di Barcellona ma il tempo messo a referto è molto basso e alla fine sarà imbattibile. Il primo degli italiani temporaneamente è Simone Corsi, Speed Up Racing, al settimo posto. Come spesso accade nelle qualifiche o nelle prove della classe mediana dopo le scintille iniziali la classifica si stabilizza. Al terzo posto sale Takaaki Nakagami, Idemitsu Honda.

A dieci minuti dalla fine è esposta la bandiera rossa, la prima dell’anno nella categoria di mezzo. A causa di una caduta che ha coinvolto Efren Vazquez, JP Moto Malaysia, le prove sono state sospese. Gli altri corridori rientrano ai box e il numero 8 è soccorso dai sanitari.

Riprendono le prove e al terzo posto sale Dominique Aegerter, della scuderia Carxpert GP che si attesta a 0.313s dalla vetta con Lowes che gli sottrae subito l’ultima posizione utile per la partenza in prima fila. Tra Rins, ormai irraggiungibile, e il numero 22 si infila Zarco.

Le prove si chiudono con il tempo imbattibile di Rins che conquista la pole, il primo degli italiani è Somone Corsi, ottavo e seguito dal connazionale Franco Morbidelli, Estrella Galicia 0.0, che partirà nono.

Fonte: motogp.com

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5944 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.