10 dicembre 2016

Napoli: no all’attacchinaggio selvaggio

“1862 i verbali elevati a fronte di un totale di circa 2400 infrazioni. Questi i numeri della campagna promossa dal Comune di Napoli contro l’attacchinaggio selvaggio e abusivo di manifesti elettorali e pubblicitari in città”.

Lo dichiarano l’assessore al Lavoro e alle Attività produttive, Enrico Panini, promotore dell’iniziativa, ed il Comandante della Polizia Locale, Ciro Esposito, ringraziando la città per la proficua collaborazione e Napoli Servizi per le deaffissioni dei manifesti fuori dagli spazi consentiti.

Nel corso dell’ultimo mese l’Amministrazione Comunale, nel quadro degli interventi di contrasto all’abusivismo per assicurare il corretto utilizzo degli spazi pubblicitari, commerciali ed elettorali, ha difatti attivato alcune semplici modalità per consentire ai cittadini di segnalare alle autorità competenti i manifesti abusivi. In particolare, sono stati avviati cinque canali di comunicazione col cittadino che vuole scendere in campo contro selvaggi e profittatori: l’email manifestiabusivi@comune.napoli.it; l’account Twitter @comunenapoli; la pagina Facebook “Segnalazione Manifesti Abusivi – Comune di Napoli”; il modulo web presente sul sito istituzionale www.comune.napoli.it; i numeri di fax del Comune di Napoli 081/7959001 o 081/7959003.

“Il servizio promosso dal Comune di Napoli – ha concluso l’assessore Enrico Panini – continuerà ad essere attivo per evadere e gestire in ordine temporale le numerose e quotidiane segnalazioni da parte dei cittadini. Il nostro contrasto all’attacchinaggio selvaggio e abusivo in città è sempre più deciso. Una pratica illegale che umilia e offende, senza alcun rispetto per la collettività, le vie dell’arte e le strade di Napoli”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5991 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.