Conte: “Dobbiamo intensificare i nostri sforzi per contrastare la corruzione”

dpcm



Le organizzazioni mafiose sono diventate una grande holding finanziaria che mobilita un volume di “malaffare” pari all’11% del nostro Pil. Parliamo di circa 220 miliardi di euro l’anno: più di quanto l’Europa ci mette a disposizione con il programma Next generation EU.
Dobbiamo intensificare i nostri sforzi e moltiplicare il nostro impegno per contrastare la corruzione, per combattere le organizzazioni criminali.

Tensione etica

All’economia indebita, sommersa, riciclata dobbiamo rispondere con la tensione etica, rafforzando le nostre politiche sociali, gli investimenti nell’istruzione e le contromisure giuridiche.
Ecco allora che le parole di Don Luigi Ciotti, in occasione di questa XXVI Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia, ci ricordano il “pericolo strisciante della normalizzazione”. La repressione giuridica non basta: perché sia incisiva “è necessario un grande impegno culturale, educativo, sociale”. È necessaria la partecipazione di tutti. Un percorso condiviso capace di costruire quel “pensiero nuovo, radicale, rigeneratore” che Don Ciotti ci indica con la fermezza di chi opera da anni, con grande concretezza, dalla parte giusta della barricata.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21146 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.