Il Milan si allontana dallo scudetto aprendo la strada alla vittoria dell’Inter

Il Milan



Vero, lo scudetto non era certo l’obiettivo stagionale di questo Milan prima dell’inizio della stagione 2020/21, ma la loro ultima sconfitta contro il Napoli ha sicuramente infranto le speranze di uno scudetto improbabile, che però fino a qualche settimana fa i bookmaker davano per possibile. Se desiderate maggiori informazioni sui servizi di bookmaker, potete dare un’occhiata alla pagina linkata.

Un gol di Matteo Politano è bastato per regalare domenica sera al Partenopei la vittoria, che lascia i rossoneri a nove punti dall’Inter, che in giornata aveva vinto 2-1 contro il Torino.

Il Milan nelle ultime gare ha perso molti punti

Rimanere indietro nella corsa al titolo è una cosa, ma è più difficile da sopportare quando sono i tuoi rivali cittadini ad essere sopra di te. Questa sconfitta contro il Napoli non ha cambiato lo slancio, ma è un altro risultato in cui sono state scoperte ulteriori falle nella rosa del Milan.

I rossoneri erano stati imbattuti nei primi 15 turni della stagione di Serie A 2020/21, ma poi hanno perso cinque delle ultime 12 gare di campionato. Queste sconfitte sono venute contro avversarie forti come il Napoli, la Juventus, l’Atalanta e l’Inter, ma hanno anche perso 2-0 contro l’esordiente Spezia nella ventiduesima giornata di campionato.

La forma del Milan nell’anno solare del 2021 non è stata eccezionale come i risultati del 2020, ma la loro straordinaria serie stava per concludersi.

Zlatan Ibrahimovic è stato un supporto notevole da quando è tornato al club rossonero, ma ha dovuto fare i conti con la sua parte di infortuni muscolari, mentre anche il suo sostituto in attacco Mario Mandzukic si è infortunato. L’allenatore Stefano Pioli ha usato giocatori del calibro di Rafael Leao e Ante Rebic come unica punta a volte, ma con scarso successo.

Problemi in ogni reparto e più in generale di rosa

I problemi del Milan non si limitano però all’attacco. Il contratto del centrocampista offensivo Hakan Calhanoglu scade alla fine di questa stagione e non ha mostrato una forma tale che giustificherebbe un rinnovo del contratto.

In difesa Pioli non aveva a disposizione i suoi difensori centrali titolari contro il Napoli. I giovani Matteo Gabbia e Fikayo Tomori hanno dovuto prendere il posto dell’esperta coppia di Simon Kjaer e Alessio Romagnoli, e hanno lasciato dei vuoti in difesa enormi quando i napoletani si sono buttati in avanti per segnare l’unico gol della partita, che però è valso 3 punti e la speranza di restare agganciati al treno Champions.

Il ritorno di una parte dei giocatori chiave dai vari infortuni, dovrebbe consentire al Milan di mantenere un posto in Champions League, ma deve stare attento, perché dietro iniziano a correre con squadre del calibro di Napoli e Roma (a sei punti di distanza).

I rossoneri hanno subito sconfitte contro avversarie forti, ma Pioli ha dovuto fare i conti con alcune assenze chiave. Giocatori esperti come Ibrahimovic e Kjaer danno fiducia ai giovani oltre alla leadership.

Il Milan dovrebbe avere qualità sufficienti per assicurarsi un posto in Champions League per il 2021/22, ma il loro primo scudetto dal 2010/11 sta diventando sempre più improbabile, soprattutto mentre alcuni dei loro migliori giocatori non sono in campo.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.