Ammortizzatori: Cgil, universalismo sia garantito

lavoro



“Da tempo rivendichiamo l’esigenza di intervenire sul sistema degli ammortizzatori sociali così da poter superare definitivamente alcune criticità: l’eccessiva eterogeneità degli strumenti, la complessità delle procedure per l’erogazione, l’esclusione di ampie fasce di lavoratrici e lavoratori”. Ad affermarlo la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti al termine del secondo incontro tra il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, e le parti sociali sulla riforma degli ammortizzatori.

Tutti i lavoratori

“Per la Cgil – spiega Scacchetti – sistema universalistico significa garantire misure di protezione a tutti i lavoratori sia in costanza di rapporti di lavoro che per cessazione dello stesso. Significa – prosegue – prevedere un reddito anche ai lavoratori autonomi con caratteristiche dipendenti, e a tutti i lavoratori con contratti di collaborazione coordinata continuativa ”. “Crediamo – aggiunge la segretaria confederale – che i lavoratori, nonostante le differenze tra settori e le dimensioni delle imprese, debbano ambire a misure omogenee: dal trattamento economico, ai criteri di accesso fino alla durata”.

“Aspettiamo l’uscita del decreto Sostegni. Le misure in esso contenute dovranno accompagnare una vera riforma degli ammortizzatori, a partire dalla definizione  di nuovi contratti di solidarietà. Una riforma – conclude Scacchetti – che dovrà affondare le radici su tre elementi: l’universalità, la solidarietà e la mutualità”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 23705 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.