Fratoianni: “ll ministro Orlando accenda un riflettore su quanto sta accadendo a Prato”

casa



Così l’onorevole Nicola Fratoianni sulla sua pagina Facebook:

Ieri 6 lavoratori della #Texprint di #Prato sono finiti in ospedale dopo un intervento della polizia durante la protesta. Avevo parlato di loro qualche giorno fa.
Sono in sciopero da quasi 2 mesi. Il motivo? Non accettano più di essere sfruttati come schiavi. Chiedono la fine dei turni massacranti di 12 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, il rispetto del contratto nazionale e delle leggi in materia di lavoro. Il minimo sindacale, a meno che qualcuno non pensi di essere nel Medioevo.

Non si può tollerare

E il fatto più assurdo è che mentre i lavoratori venivano trasportati in ospedale veniva emessa un’interdittiva antimafia nei confronti dei proprietari della stamperia tessile.
Forse i cattivi non sono quelli malmenati dalle forze dell’ordine.
Nel 2021 non possiamo tollerare scene del genere. Esigere il rispetto di elementari #diritti e della #legalità non è un problema di ordine pubblico.
La ministra #Lamorgese dia indicazioni precise al proprio personale per evitare in futuro comportamenti del genere. Gli #EntiLocali intensifichino gli sforzi per trovare una soluzione alla vertenza. E il ministro #Orlando accenda un riflettore su quanto sta accadendo a Prato.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21405 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.