Roma, due pusher arrestati e tre denunciati. Sequestrate dosi di shaboo

shaboo



I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato due cittadini del Bangladesh di 24 e 32 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Nel corso di una mirata attività antidroga, dopo averli tenuti d’occhio mentre si aggiravano con fare equivoco nel centro della Capitale, i Carabinieri sono arrivati all’abitazione dove vivono, in zona Marconi, dove i sospettati hanno incontrato un giovane a cui hanno consegnato degli involucri.

Dosi di shaboo

Immediatamente fermati e perquisiti, i pusher sono stati trovati in possesso di alcune dosi di shaboo e denaro contante: le verifiche sono state estese all’abitazione, dove sono stati sequestrati altri 33 g. di shaboo e diverse dosi di marijuana, oltre che bilancini di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi, due telefoni cellulari utilizzati per l’attività di spaccio e la somma contante di 670 euro.
Gli arrestati sono stati trattenuti in caserma, in attesa del rito direttissimo.
Poco dopo, gli stessi Carabinieri hanno denunciato a piede libero tre cittadini filippini – un 41enne e 42enne con precedenti e una 33enne – che, a seguito di un controllo scattato in piazza dei Cinquecento, sono stati trovati in possesso di cristalli di shaboo e un coltellino multiuso.
La droga era nascosta in un portadocumenti, nei pacchetti di sigarette e all’interno di una tasca della borsa della donna.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.