Frosinone, Ottaviani: scuole chiuse per prevenire ghiaccio e rischi

landini



Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ha adottato un’ordinanza per prevenire il pericolo della formazione di ghiaccio e di criticità per la circolazione stradale, a seguito della nevicata registratasi nella giornata di domenica. Fin dalle prime ore del fenomeno atmosferico, gli automezzi spargisale e spazzaneve, incaricati dall’amministrazione comunale e coordinati dal sindaco, sono stati al lavoro per evitare gli accumuli a terra, ma la presenza di circa 300 km di strade urbane e periferiche da mettere in sicurezza, unitamente ai marciapiedi e agli ingressi degli edifici pubblici e scolastici, maggiormente frequentati, consigliano l’assunzione di ogni accorgimento per evitare situazioni di ulteriori criticità per la popolazione e per le migliaia di non residenti che, quotidianamente, entrano in città per motivi di studio e di lavoro.

Evitare problematiche

“Anche se la precipitazione nevosa è risultata gestibile – ha dichiarato il sindaco, Nicola Ottaviani – è opportuno evitare problematiche connesse ai flussi di traffico e ai pedoni, anche per non gravare, in caso di necessità, sulle strutture sanitarie, già messe a dura prova da altre emergenze”.

Tutte le scuole, dunque, di ogni ordine e grado, compresi asili nido e ogni altra struttura didattica, presenti all’interno del territorio comunale, resteranno chiuse per la giornata di lunedì 18 gennaio, in via precauzionale, a seguito delle condizioni meteorologiche verificatesi nelle ultime ore.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21938 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.