Scanzi: “Mi terrorizza il fatto che di fronte a una foto così molte persone non provino pietà bensì rabbia”

scanzi



Così Andrea Scanzi sulla sua pagina Facebook:

Questo ragazzo sta scendendo dalla nave Talia. È stato lungamente torturato in Libia. È esausto, sfinito e scheletrico dopo i molti giorni alla deriva. Lo scatto è di ieri.

Siamo messi male

Quello che mi terrorizza, è che di fronte a una foto così molte persone non solo non provino pietà, ma provino addirittura rabbia nei confronti di questo ragazzo. Come se il problema fosse lui, e non quel mix mefitico di ignoranza, ingiustizia e carognaggine che caratterizza la nostra contemporaneità.

Siamo messi male, anzi malissimo.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21894 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.