Fornaro, serve maggiore chiarezza sugli impegni di Arcelor Mittal



La decisione dei vertici aziendali dell’ex Ilva di chiedere, come è successo per lo stabilimento di Novi Ligure, prima la deroga al Prefetto per riprendere la produzione e poi, a distanza di pochi giorni, annunciare la richiesta di cassa integrazione, rappresenta un campanello d’allarme che non può essere ignorato dal Governo. A fine mese, poi, dovrà essere presentato il nuovo piano industriale e a tutt’oggi c’è un assoluto buio sui programmi di rilancio dell’azienda. Non è accettabile che la principale azienda siderurgica navighi a vista e soprattutto assuma decisioni contraddittorie a distanza di pochi giorni.

Lo afferma il capogruppo di Liberi e Uguali alla Camera, Federico Fornaro.

Per il futuro dell’ex Ilva serve chiarezza ed è giusto che il Governo ascolti le preoccupazioni dei sindacati e dei lavoratori che oggi sono scesi in piazza a Genova e chiami al più presto ad un tavolo di confronto Arcelor Mittal.

 

Articolo 1 CS

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.