Raggi: “Nessuno pensasse di fare il furbo sui buoni spesa”

raggi



Così la prima cittadina romana sulla sua pagina Facebook:

Vorrei fosse chiara una cosa: nessuno pensasse di fare il furbo sui buoni spesa, perché vi becchiamo. Facciamo controlli molto scrupolosi sulle dichiarazioni che ci arrivano.

Se sono false ce ne accorgiamo!

Abbiamo scoperto, per esempio, che qualcuno ha pensato di presentare domanda in diversi municipi sperando che non ce ne saremmo accorti. Non solo lo abbiamo scoperto, ma ora questo furbetto si becca anche una bella denuncia.

Inoltre, a quanto pare, alcuni agenti della Polizia Locale sono andati a consegnare i Buoni Spesa, ma non hanno trovato l’interessato a casa. Il richiedente, a quanto ci dicono, era a lavoro. Molto strano dato che abbiamo dato la priorità a chi il lavoro l’ha perso.

Reati

Questi furbetti non solo commettono un reato, dichiarando il falso, ma fanno una vera e propria scorrettezza nei confronti di chi ha bisogno di aiuto. Così facendo si toglie il cibo dalla bocca di chi non riesce a portare sulla tavola un pasto per il pranzo o la cena. È una vergogna, uno schiaffo in faccia a tutti quei cittadini che a causa dell’emergenza vivono una condizione di forte disagio.

Lo ripeto: i controlli sulle dichiarazioni sono meticolosi. A verificarle ci sono i municipi, l’anagrafe, il Dipartimento politiche sociali e infine la Polizia locale. È inutile quindi che ci provate. Mettetevi una mano sulla coscienza e lasciate che i Buoni Spesa arrivino in mano a chi ne ha davvero bisogno.

Nessuno pensi di fare il furbetto perché vi troviamo e vi portiamo davanti al giudice.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 23705 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.