Martignano, controlli dei Guardiaparco e dei Carabinieri per la salvaguardia della “Perla dei Monti Sabatini”



Il Lago di Martignano è un’area particolarmente sensibile ed importante dal punto di vista ambientale, un luogo naturale dove ancora è necessario mantenere un costante controllo per evitare che una frequentazione non corretta provochi degrado e disturbo ai delicati equilibri ecologici.

Il Servizio Guardiaparco dell’Ente e i Carabinieri della Stazione di Anguillara Sabazia con l’ausilio di unità del Nucleo Cinofili Carabinieri di Santa Maria di Galeria, hanno svolto all’alba di mercoledi 22 agosto un servizio specifico nella zona del lago di Martignano.

Il controllo dell’area ha permesso di identificare alcune decine di persone che campeggiavano abusivamente, rinvenire e sequestrare sostanze stupefacenti, tende ed armi improprie tra le quali una rudimentale balestra.
Sono stati quindi verbalizzati i trasgressori per campeggio in luogo non consentito e segnalate alcune persone per uso di sostanze stupefacenti.

Il controllo è stato esteso alle attività commerciali. E’ stato necessario far intervenire la
ASL, il riscontro di alcune inadempienze ha comportato la chiusura temporanea delle
attività e verbali con sanzioni per circa 7.000 euro.

Si è provveduto inoltre a richiedere l’intervento del Comune di Anguillara Sabazia per la
rimozione dei rifiuti presenti negli accampamenti abusivi.

L’intervento dei Carabinieri e dei Guardiaparco

Durante le attività, i Carabinieri della Stazione di Anguillara Sabazia hanno sorpreso uno
dei giovani occupanti – un 29enne romano – in possesso di una modica quantità di
marijuana. Per lui è scattata la segnalazione all’Ufficio Territoriale del Governo per uso
personale di sostanze stupefacenti.

L’azione congiunta delle forze dell’ordine ha consentito di ripristinare l’area e di rimuovere
generatori elettrici, bombole di gas, gazebo e attrezzature di fortuna.

Tutti gli occupanti sorpresi nella zona sono stati identificati e sanzionati
amministrativamente per divieto di sosta in area protetta, soggetta a vincolo paesaggistico.

Le dichiarazioni del Presidente dell’Ente Parco

“L’azione congiunta dei Carabinieri, che ringrazio fermamente, e dei nostri validi
Guardiaparco effettuata sulle sponde del lago di Martignano – dichiara Lorenzetti
Presidente dell’Ente Parco – testimonia la consolidata collaborazione tra le forze
dell’ordine presenti in zona per garantire la salvaguardia delle nostre bellezze naturali.
In particolare questa operazione fa parte di un percorso di gestione attiva del territorio,
finalizzato alla prevenzione ambientale e ad assicurare a tutti i cittadini le normali
condizioni di fruizione e sosta di un luogo, il lago di Martignano, di grande valenza
ambientale, paesaggistica e ricreativa, che è da sempre, giustamente, considerato una
delle “perle” del Parco.”

Si ricorda che il campeggio e l’accensione fuochi è vietata su tutto il territorio del Parco e
che il materiale sequestrato in via amministrativa può essere richiesto per il dissequestro,
previo pagamento della sanzione, al Servizio Guardiaparco – sede Ente Parco in Via Saffi
4/a a Bracciano.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.