Raggi: “Partirà il primo progetto sperimentale di cohousing”



Così la Sindaca Virginia Raggi sulla sua pagina Facebook:

A Roma partirà il primo progetto sperimentale di cohousing, che consente di abitare le case del Comune insieme ad altri cittadini, a canone concordato.

Ci rivolgiamo a tutti coloro che, per motivi diversi, hanno difficoltà ad acquistare o affittare un appartamento e che, insieme ad altri cittadini, potranno invece unire le forze.

La coabitazione solidale prevede infatti la condivisione, da parte di più persone, di uno stesso alloggio appartenente al patrimonio disponibile di Roma Capitale.

Potranno partecipare i cittadini under 65 con reddito Isee tra i 6 mila e i 30 mila euro lordi e che si trovino in particolari condizioni di fragilità: famiglie monoparentali con figli minori, donne vittime di violenza, separati non assegnatari della casa coniugale, persone con disabilità, studenti universitari regolarmente in corso e neomaggiorenni transitati dal sistema di accoglienza di Roma Capitale.

Per pagare l’affitto potrà essere utilizzato il contributo erogato per il reddito di cittadinanza. Inoltre è previsto lo sconto del 10% per chi ha un reddito Isee superiore ai 6 mila e inferiore ai 9 mila euro.

La lista degli immobili con le caratteristiche compatibili al progetto è in via di definizione e sarà approvata per far partire i primi bandi.

Il cohousing è una soluzione innovativa che abbiamo definito per contribuire a rispondere ai bisogni abitativi della città. C’è ancora molto da fare e l’attenzione di questa Amministrazione è massima.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21427 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.