Guerra a Renzi: “Al senato ho visto un altro film”



Sono d’accordo con le critiche di Renzi a Gentiloni oggi su Repubblica sulla mancata approvazione dello Ius soli, ma vorrei ricordargli le date e le sue responsabilità.
Il provvedimento sullo Ius soli, approvato alla Camera nell’ottobre 2015, è stato incardinato al Senato il 21 ottobre 2015. Segue un iter molto rallentato. Gli emendamenti vengono presentati il 27 aprile 2016 e si vede da subito che non possono essere votati in commissione perché il loro numero ostruzionistico lo rende impossibile. Quello era il momento di prendere la decisione: calendarizzare il provvedimento in aula e votarlo (eventualmente con la fiducia). E al Governo, fino al 31 dicembre 2016, c’era Matteo Renzi.

Renzi non c’era nel 2017 quando si consumò il secondo pezzo della gestione assurda di quel provvedimento da parte del Governo Gentiloni (ben lo so io che, da capogruppo, ho chiesto la calendarizzazione in aula del provvedimento in TUTTE le riunioni dell’ufficio di presidenza). Ma nel 2016 il provvedimento fu lasciato marcire. Perché? Per non disturbare la campagna referendaria. Questo è il film che ho visto io: ma le date le può controllare chiunque.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20566 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.