Napoli, interventi per la vivibilità in Piazza Garibaldi



Nuova riunione della commissione Qualità della Vita sul tema del decoro e della vivibilità della zona antistante la Stazione Centrale. Al centro della discussione, alla quale hanno partecipato gli assessori Clemente, Del Giudice e Marmorale, la necessità di un coordinamento più efficace tra i servizi comunali e le forze dell’ordine

Prosegue l’attività di repressione della vendita illegale di generi alimentari in piazza Garibaldi a cura dell’unità operativa di Polizia locale di San Lorenzo coordinata da Alfredo Maraffino. Almeno dieci gli interventi, realizzati insieme alla Asl, con contestuale sequestro della merce sottratta alla vendita. Un’attività molto apprezzata dal territorio che sarà ripetuta la prossima settimana. Resta alta, comunque, l’attenzione sulla zona, ha assicurato l’assessora alla Sicurezza Alessandra Clemente, tanto che il Sindaco, nel corso dell’ultimo Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, ha chiesto un tavolo ad hoc per piazza Garibaldi, Porta Nolana e il Vasto, per programmare operazioni di contrasto e di prevenzione dell’illegalità in particolare nei fine settimana. Un coordinamento definito “essenziale” anche dall’assessora alla Coesione sociale Laura Marmorale, che ha ricordato le attività svolte in questa come in altre Municipalità, di concerto con ASIA, con le persone senza fissa dimora per le quali, però, le necessità da affrontare vanno ben al di là del disagio sociale e richiedono interventi di diversa natura.

Per l’assessore all’Ambiente Del Giudice l’attività di pulizia e di igiene della piazza è assicurata ogni giorno dall’azienda di igiene urbana che interviene con mezzi meccanici attrezzati per lo spazzamento e il lavaggio delle strade. Analogamente, viene assicurato il supporto di un furgone dedicato in occasione delle attività di sequestro svolte dalle altre forze dell’ordine.

Notevole, hanno ricordato l’amministratore unico di ASIA Francesco Iacotucci e il direttore generale Francesco Mascolo, è l’impiego di uomini e mezzi assicurato quotidianamente nella zona, per pulizia, contrasto agli sversamenti abusivi di rifiuti e raccolta di siringhe usate. Un grande sforzo che, secondo diversi consiglieri municipali oggi intervenuti, non è comunque sufficiente ad assicurare un accettabile grado di vivibilità della zona della stazione.

Contribuisce al degrado attuale, secondo il consigliere Lebro (La Città), l’errata progettazione della piazza, concepita come un enorme marciapiede senza ombra, ornato da essenze arboree non ad alto fusto e pertanto inadatte a garantire un riparo nelle afose giornate estive. Inoltre, è stata inspiegabilmente eliminata la pedonalizzazione di alcune stradine limitrofe e ripristinate le strisce di parcheggio, a scapito di una migliore vivibilità.

Per la consigliera Galiero (Napoli in Comune a Sinistra) è innegabile che la zona, che pure sconta anni di abbandono, rappresenta il punto di accesso di una città a vocazione turistica che, in quanto tale,, non può non prestare attenzione all’aspetto dell’accoglienza dei suoi visitatori.

Si insista, pertanto, sul coordinamento con le altre forze di polizia, secondo il consiglieri Esposito (Partito Democratico) e Langella (Agorà), nella direzione di un’attività duratura di ripristino e di tutela della vivibilità.

 

 
Il Tabloid Network
Gruppo Pubblico · 158 membri
Iscriviti al gruppo
In questo gruppo potrai leggere gli articoli dei vari web magazine del network Il Tabloid.
 
Загрузка...
Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 15271 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.