Rifiuti, Codacons: stato indecente della capitale



Mentre il natale dei romani si consuma in un oceano di sacchi neri e rifiuti sparsi, il codacons torna a denunciare lo stato indecente della capitale: l’associazione punta stavolta il dito contro il servizio di raccolta dell’immondizia, reo di aver abbandonato interi quadranti della città eterna all’incuria e al degrado più totale – come denunciato tra gli altri dal giornalista jason horowitz del new york times.

Una situazione sconcertante e apparentemente senza soluzioni ma contro cui i cittadini romani possono invece mobilitarsi, cominciando a tutelare i propri diritti: nello specifico il codacons ricorda ai cittadini romani che sul sito dell’associazione è pubblicato il modulo attraverso il quale è possibile chiedere al comune di Roma e all’Ama uno sconto dell’80% sulla tariffa rifiuti in presenza di disservizi nella raccolta della spazzatura, come previsto dalla normativa vigente.

“La legge è chiara: il decreto legislativo 507/1993 dispone che ‘la tari è dovuta nella misura massima del 20 per cento della tariffa, in caso di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento’” – dichiara il presidente Carlo Rienzi. “invitiamo ancora una volta gli utenti a documentare attraverso foto e video la mancata raccolta dei rifiuti nel proprio quartiere, e ad attivarsi per far valere i propri diritti scaricando dal nostro sito il modulo per la riduzione della tari”, conclude Rienzi.

Fonte foto: agenzia dire

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22334 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.