Conficcava aghi di siringhe nei sedili del Cotral: fermato un operatore sanitario



I Carabinieri della Stazione di Subiaco hanno denunciato a piede libero un italiano di 58 anni, operatore sanitario presso un ospedale della Capitale, con l’accusa di lesioni personali aggravate dopo aver scoperto che conficcava aghi di siringhe nei sedili del Cotral.
La vicenda e le indagini hanno avuto origine lo scorso mese di dicembre, a seguito di alcuni rinvenimenti di aghi di siringa conficcati sui sedili degli autobus Co.Tra.L. impiegati sulla tratta Roma Ponte Mammolo – Subiaco.
Nel corso dei vari sopralluoghi effettuati, i Carabinieri hanno accertato che gli aghi venivano oculatamente nascosti nelle sedute dei mezzi pubblici, con l’evidente obiettivo di pungere gli ignari viaggiatori.

L’uomo conficcava aghi nei sedili, scoperto dalla videosorveglianza

Le indagini, grazie ai servizi di osservazione e ai sistemi di videosorveglianza installati sugli
autobus, hanno consentito ai Carabinieri di identificare nell’operatore sanitario 58enne
l’autore del gesto sconsiderato.
Durante le perquisizioni, delegate della Procura della Repubblica presso il Tribunale di
Tivoli, scattate nella sua abitazione e nello spogliatoio del luogo di lavoro, l’uomo è stato
trovato in possesso di altri numerosi aghi da siringa e aghi cannula a farfalla, sui quali
saranno effettuati i dovuti accertamenti finalizzati a verificare l’eventuale presenza di agenti
infettivi.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Emanuele Bompadre 14072 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.