Coldireti: nelle mense 4,6 mln di italiani, 1 su 4 le boccia



Piu’ di un italiano su quattro (26%) ritiene scarsa la qualità del cibo offerto nelle mense. E’ quanto emerge da una indagine Coldiretti/Ixe’ a commento del grave caso di intossicazione dei trentacinque scolari dell’Istituto comprensivo “Pitre’ Manzoni” di Buseto Palizzolo (Tp) sul quale sono intervenuti i carabinieri dei Nas. Sono 4,6 milioni di italiani che – sottolinea la Coldiretti – sono costretti per motivi di studio o di lavoro a mangiare in mensa con i dati che segnalano grandi margini di miglioramento per la ristorazione collettiva che non sembra garantire un livello adeguato di qualità e sicurezza del cibo offerto con dimostrano anche i frequenti allarmi.
La ristorazione collettiva con le mense incide – sostiene la Coldiretti – sulla qualità della vita, dell’alimentazione e, di conseguenza la salute di milioni di cittadini e nel caso delle mense universitarie e scolastiche, su quello delle persone in età evolutiva o ancora giovani. Per assicurare il miglior rapporto prezzo/qualità, ma anche per educare le nuove generazioni la Coldiretti sollecita a privilegiare nelle mense i cibi locali a km 0 che valorizzano le realtà produttive locali e riducono i troppi passaggi intermedi dietro i quali più elevato è il rischio di frodi, sofisticazioni e adulterazioni.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 18674 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.