Alessio Pascucci appoggia la ricandidatura di Nicola Zingaretti



Alessio Pascucci appoggia la ricandidatura di Nicola Zingaretti a Presidente della
Regione Lazio: il Sindaco di Cerveteri coordinerà la partecipazione e le candidature
degli amministratori locali all’interno della Lista Civica Zingaretti Presidente.

 

Le dichiarazioni di Alessio Pascucci

Se in questi cinque anni non ci fosse stata la Regione Lazio con la Giunta di Nicola Zingaretti,
sarebbe stato impossibile raggiungere molti degli obiettivi nelle nostre Città. Noi Sindaci ci
troviamo quotidianamente a lavorare con risorse sempre più ridotte all’osso. I tagli da parte
dello Stato centrale spesso ci impediscono di garantire quei servizi fondamentali di cui hanno
bisogno i cittadini che ogni giorno vengono nei nostri uffici. Per questo la Regione Lazio in
questi cinque anni è stata l’ultimo baluardo grazie a cui è stato possibile amministrare le nostre
città e dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini.

Queste le parole con cui Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri e fondatore del
Movimento Nazionale L’Italia in Comune, ha esordito alla presentazione della
Lista Civica Zingaretti Presidente, lanciata ieri mattina, domenica 14 gennaio,
nella cornice del Nazionale Spazio Eventi a Roma.

Oggi siamo qui convinti dell’importanza imprescindibile di una forza civica a sostegno di
Nicola Zingaretti. Per tanti motivi: perché essere civici significa avere una visione diversa
delle cose, significa costruire cercando di superare le difficoltà ed essere più inclusivi.
Nicola Zingaretti è stato un Presidente vicino a tutti i Sindaci della nostra Regione
indipendentemente dal colore politico, un Presidente attento, presente e che non si è mai
lasciato condizionare su quale fosse la forza politica in maggioranza in determinate città.
Troppo spesso si tende a pensare che essere civici significa non avere una propria identità.
Questo perché in tutti questi anni abbiamo assistito alla nascita di liste civiche fasulle a
ridosso delle elezioni con l’intento di voler ingannare gli elettori disaffezionati dai partiti
tradizionali.

Le conclusioni del Sindaco Pascucci

Da Sindaco, credo che oggi più che mai ci sia la necessità di fare una politica che tuteli i più
deboli  per raggiungere questo obiettivo, in questi cinque anni, abbiamo avuto al nostro
fianco una Regione Lazio con un Presidente come Nicola Zingaretti attento alle esigenze dei
pendolari, degli studenti, delle fasce più deboli. Sarà una campagna elettorale difficile, così
come il momento storico politico che stiamo attraversando. Uno dei pericoli più grandi, come
successo alcuni anni fa in Emilia Romagna e, più di recente, nel caso di Ostia, sarà
l’astensionismo.  Per questo da oggi fino al 4 marzo dobbiamo andare per le strade, per le
piazze, persona per persona e consentire la riaffermazione di Nicola Zingaretti al Governo
della Regione così da continuare il percorso di cambiamento avviato. L’esperienza è un
pilastro irrinunciabile dell’impegno quotidiano degli Amministratori. Questa sarà la carta
vincente della Lista Civica Zingaretti Presidente.

Anche Nicola Zingaretti ha colto l’occasione nel suo discorso per sottolineare l’importante lavoro
che sta facendo Alessio Pascucci, coordinando la partecipazione e le candidature degli
amministratori locali del territorio all’interno della Lista Civica Zingaretti Presidente.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...
Avatar
Informazioni su Ruggero Terlizzi 3350 Articoli
Ruggero Terlizzi è il classico nerd, tecnologia, fumetti, videogames, serie tv e tutto quello che è classificabile nella categoria. È un ottimo disegnatore e ha sempre a portata di mano un taccuino dove fare qualche schizzo. Appassionato anche di auto ha tenuto la rubrica motori su Il Tabloid Motori e da settembre gestisce la rubrica Tech su Il Tabloid.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.