Elezioni Ostia, Marsella: “Al ballottaggio non faremo nessun accordo con i vecchi partiti”

elezioni ostia accorpamento casapound



Quando saremo al ballottaggio contro il M5S, non faremo accordi e alleanze con altri partiti, tantomeno con il centrodestra. L’accordo lo faremo con i loro elettori stringendo un patto: quello di portare le loro istanze in consiglio. Nessun accordo neanche nella remota ipotesi di essere esclusi dal ballottaggio”.
È quanto dichiara Luca Marsella, candidato presidente di Cpi nel X Municipio, in seguito ai sondaggi che lo attestano tra il 7% ed il 10% in questo clima di elezioni Ostia.

Smentiamo le voci – continua Marsella – che vorrebbero già avviato un dialogo: non c’è possibilità di confronto con chi ha già amministrato e fallito, con chi per 5 anni ha pagato le utenze agli immigrati dell’ex colonia Vittorio Emanuele o regalato teatri e posti di lavoro alla sinistra. La distanza dal M5S è la stessa da questo centrodestra che va dall’Udc a Noi con Salvini passando per il palazzinaro Marchini.

Una coalizione che non riuscirebbe a governare nemmeno un giorno e con cui non vogliamo avere nulla a che fare. CasaPound ad Ostia può vincere perché ha il consenso di quartieri popolari ma anche di commercianti ed imprenditori e lo ha in modo trasversale: prendiamo voti al centrodestra ma anche al M5S ed a sinistra. Non ci mischieremo con la vecchia politica per una poltrona – ha concluso Marsella – ed è necessario rimarcarlo”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.